“Addio, crematemi insieme al mio cane”

0
979

Un salto nel buio. Insieme a lei, quasi a tenersi per mano, l’amico – fedele – di sempre. Forse l’unico. Il proprio piccolo e adorato Yorkshire. Sul comodino della camera in cui viveva un biglietto, tragico. Quasi d’amore: “Addio, voglio essere cremata insieme al mio cane”.

L’autrice del biglietto è una donna di origine serba di 47 anni, residente a Cremona e con gravi problemi depressivi.

Non aveva grossi legami con Nervi ma ha scelto il quartiere dei parchi e la Passeggiata Anita Garibaldi come l’ultimo atto di una vita intera. L’ultima scena.

Ha scavalcato la ringhiera della promenade, in braccio il proprio Yorkshire ad accompagnarla nell’ultimo gesto di una vita spezzata in una fredda notte di ottobre. Pochi secondi di rumore poi il buio. Il ritrovamento, questa mattina, dopo l’avvistamento del corpo da parte di alcuni passanti davanti ai Bagni Scogliera. Quindi l’intervento della Polizia del Commissariato di Nervi, la scientifica e il medico legale che non ha potuto fare altro che constare il decesso della donna.

Si tratta del terzo caso di suicidio in pochi anni, avvenuto sulla Passeggiata Anita Garibaldi.

 

LASCIA UN COMMENTO