Commemorazione dei defunti, i residenti: “I cimiteri del levante sono abbandonati”

0
58

Il giorno di commemorazione dei defunti, nel cimitero di corso Europa, è un percorso a ostacoli. Croci abbattute e lapidi spezzate. Un grosso albero di alloro spacca in due un campo santo mentre un’ala è completamente interdetta al pubblico per motivi di sicurezza.

Tutta l’area, da molto tempo, è oggetto di segnalazioni: soprattutto la struttura in cui trovano ricovero i loculi. Una transenna arancione mostra un vistoso cartello con su scritto Attenzione Fabbricato Pericolante. Al di là della grata calcinacci, immondizia e lumini spenti giacciono a terra coperti di polvere e sporcizia.

“Qui, nel cimitero di Quinto, si muore due volte – Agata Gussoni sta accendendo il lumino mentre prova a sistemare, in qualche modo, ciò che resta della lapide distrutta del nonno – Le tombe sono collassate insieme con il terreno e tutto il campo santo è abbandonato da anni”.

Anche a Nervi la situazione non è certo migliore. Nel cimitero più a valle un’intera scalinata è completamente chiusa per motivi di sicurezza. I levantini proseguono il percorso fino alla fotografia dei propri cari, c’è chi porta fiori e chi stringe un foglietto in mano scritto a penna. Evitano grossi buchi nel terreno e fanno lo slalom fino alla lapide del defunto, quindi il segno della croce e un bacio all’immagine sul marmo.

Purtroppo però non tutti hanno potuto portare un saluto al proprio caro come successo a Sant’Ilario dove, alcuni genovesi, sono rimasti fuori dai cancelli.

Sul sito del comune di Genova si legge: “In occasione della novena dei defunti dal 24 ottobre al 2 novembre, tutti i cimiteri cittadini restano aperti al pubblico dalle 7.30 alle 16.30 con chiusura alle 17.”

Tuttavia non è ovunque così. “Forse il cimitero di S.Ilario non appartiene al Comune di Genova – ci scrive in mail Anna Capurro, una residente proprio di Sant’Ilario – Domenica 30 ottobre in orario di visita, con altre persone provenienti da fuori Genova, ci siamo trovate davanti al cancello del suddetto cimitero Chiuso. Vi sembra giusto e rispettoso lasciarci in codesta situazione nonostante un comunicato ufficiale?”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here