Concerto di Quinto, parla un partecipante: “Non è andata così”.

2
167

Dopo il nostro articolo relativo all’evento di ieri sera ai giardini di Quinto abbiamo ricevuto un messaggio su Instagram da parte di un partecipante che, per ragioni di privacy, chiameremo con un nome di fantasia: Marco.

“Gli organizzatori sono stati pienamente efficienti sin dal primo pomeriggio in merito polizia, prevedendo specifici soggetti che giravano per la piazza con sacchetti per raccogliere la spazzatura – scrive Marco – la musica é stata spenta alle 23 anche se, fino a quel momento, era comunque molto bassa e di sicuro non dava fastidio a nessuna casa. Da quel momento in poi il personale della festa ha iniziato a pulire; era l’una e trenta di notte. Non c’è stato nessun problema di risse o schiamazzi eccessivi”.

Prosegue il ragazzo: “Trovo che far passare un messaggio sbagliato in un contesto così dove della gente si è sbattuta per dare la possibilità a più di mille ragazzi di divertirsi e socializzare sia sbagliato e arrechi danni al quartiere che finalmente ha preso vita. I giovani hanno bisogno di divertirsi in una città che offre poche alternative”.

2 Commenti

  • Un evento organizzato su Instagram? può anche andare ma non c’era nulla di organizzato: di solito per eventi in suolo pubblico servono (oltre ai vari permessi) ambulanze, personale che controlli (prot.civile, polizia o altro), bagni. Chiedere ai vari CIV quando organizzano qualcosa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here