Boccadasse, Sant’Antonio si immerge – grazie al Paguro – davanti alla chiesa

0
540
Sant’Antonio sott’acqua

In tempi pre Covid, la tradizione, voleva che la processione con il santo arrivasse fino alla spiaggia. Da qui si proseguiva in mare, in linea d’aria, davanti alla chiesa per la benedizione e l’affondamento.

Quest’anno, a causa del Covid, la statua che raffigura Sant’Antonio è stata prima benedetta, poi, la processione ha preso luogo in mare ed è terminata con l’affondamento davanti alla chiesa.

A procedere con lo spettacolare affondamento – autori delle foto – i subacquei del Paguro, storica associazione genovese nata nel 1979.

 

È questa la cronaca della giornata di celebrazione di Sant’Antonio da Padova, patrono dei poveri e degli oppressi.

La statua rimarrà in acqua fino all’anno prossimo quando, la sacra effige, verrà fatta emergere dalle acque due settimane prima del 13 giugno, giorno in cui Sant’Antonio lascerà la chiesa a lui intitolata a Boccadasse per tornare a proteggere il mare dai fondali del borgo marinaro genovese.

Di fronte alla statua, oggi, esistono due targhe a ricordo dei naufraghi e dei morti in mare. Le stesse sono state posizionate a protezione di chi vive, quotidianamente il mare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here