Canoista salvato, ancora una volta da vigili del fuoco e capitaneria, rifiuta il soccorso

0
1058

Un canoista di 72 anni, nel pomeriggio di ieri, è stato soccorso dai vigili del fuoco e capitaneria di porto dopo essere uscito in mare nonostante  le alte onde e le basse temperature. L’uomo, come già successo altre volte in passato, ha rifiutato il soccorso.

Il canoista è finito in mare, restando aggrappato alla canoa lontano da rive per oltre un’ora. A chiamare i soccorsi sono stati alcuni passanti che, dalla Passeggiata di Nervi, lo hanno notato e visto in difficoltà tra i flutti.

Accorsi, immediatamente, sul posto i sommozzatori dei vigili del fuoco insieme all’elicottero Drago – coadiuvati dalla motovedetta della Capitaneria di porto – hanno tentato il recupero. L’uomo, tuttavia, non ha voluto abbandonare la canoa – e aiutato a risalire – per rientrare a riva sulla spiaggetta di Capolungo.

L’uomo è già noto alle forze dell’ordine perché, più volte, in passato è stato soccorso a bordo della propria canoa in condizioni meteo mare avverse e pericolose.

Il canoista settantenne, adesso, potrebbe rischiare una sanzione per essersi avventurato in mare nonostante le condizioni procurando – anche reiteratamente nel tempo – procurato allarme involontario.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here