Carleo: “Assemblea pubblica per i nostri parchi”

0
521

I parchi di Nervi. Luogo simbolo e tema assai caro a tutti i residenti del quartiere. Argomenti discordanti, terreno di confronto e scontri accesi durante le campagne elettorali di ogni mandato. Il presidente del nono municipio Francesco Carleo parla in esclusiva a Il Nerviese e svela il personale pensiero sulle ville più note e importanti della Città.

Presidente, a parte qualche angolo dei giardini, i parchi sono stati ridati ai cittadini.

“Manca solo la passerella lato ponente, quella più vicina alle Palestrine e che collega la parte a monte con il roseto. I servizi igienici sono attivi dal 1 agosto fino al 15 settembre: si può dire che i parchi sono tornati fruibili”.

Quali idee ha in mente per il rilancio di questo fiore all’occhiello di tutti il municipio nove e della Superba?

“Come prima cosa voglio sapere dai responsabili come sono stati spesi i 4 milioni stanziati alla fine del mio primo mandato. La riqualificazione dei parchi passava, secondo il nostro programma, attraverso il completamento di tre lotti; vorrei capire per quale motivo è stato ultimato solo il primo”.

Come ha intenzione di procedere?

“A settembre desidero indire un incontro, un’assemblea pubblica, in cui saranno coinvolte la parte politica, i tecnici del Comune e i cittadini in cui si spiegherà come sono stati spesi i soldi stanziati e come verranno investiti quelli che rimangono. È necessario attivare una gestione dei parchi, un ente o fondazione che si occupi di tutte le ville comprese la scogliera e la piscina Gropallo. Tutti gli incassi saranno messi a reddito e i soldi rimanenti andranno in un unico contenitore, questo servirà per la riqualificazione di tutti i giardini: villa Luxoro compresa. I parchi bisogna farli vivere”.

 

C’è un punto che le sta particolarmente a cuore?

“Sì, eccome. Rivoglio l’illuminazione. Non esiste vedere aiuole buie, le luci notturne hanno a lungo rappresentato un’attrazione turistica. Si faranno eventi e manifestazione. Promozione. Vogliamo attivare una rete di sponsor”.

 

LASCIA UN COMMENTO