Chi vive nei comuni confinanti può visitare congiunti nel comune limitrofo fuori regione

0
389

La possibilità, già stabilita dall’ordinanza 32/2020 di domenica scorsa, diventa operativa da oggi grazie all’intesa raggiunta con il Governo e la comunicazione inviata dal Presidente di Regione Liguria ai presidenti di Piemonte, Toscana ed Emilia Romagna.

La comunicazione è stata contestualmente inviata anche ai prefetti di Genova, Savona, Imperia, La Spezia e a quelli delle province toscane, piemontesi ed emiliane confinanti con la Liguria.

Le persone interessate dovranno portare con sé copia dell’autocertificazione che attesta la presenza del congiunto nel comune limitrofo a quello di residenza nella Regione confinante. È fatto obbligo di rientro in giornata

LASCIA UN COMMENTO