Circolazione ferroviaria, ancora ritardi. Ecco gli aggiornamenti

0
96

Sono terminate alle 8.30  le operazioni di recupero del carro di un treno merci dell’impresa ferroviaria Captrain, sviato questa notte fra Chiavari e Santa Margherita Ligure, sulla linea La Spezia – Genova.

Attualmente sul posto sono a lavoro 50 tecnici di RFI (Gruppo FS Italiane) e delle ditte appaltatrici per ripristinare i danni riportati dall’infrastruttura, in seguito allo svio, su circa 3.500 metri di binario. Nelle prossime ore sarà possibile formulare una previsione certa sui tempi di ripristino, dai primi riscontri si prevede comunque che i tecnici saranno a lavoro almeno per le prossime 72 ore, lavorando anche di notte, per realizzare la prima fase delle attività che prevedono la sostituzione di seimila traversine.

Dopo lo svio, sono intervenuti i vigili del fuoco in via precauzionale, come previsto dai piani di emergenza, rilevando l’assenza di sversamenti. La sostanza contenuta nella cisterna era cloroformio, non infiammabile da sola ma esclusivamente a contatto con determinate altre sostanze infiammabili, non presenti in composizione al treno. Le cause dello svio sono in corso di accertamento.

Fino al ripristino della normale circolazione, sarà necessario apportare alcune modifiche all’offerta commerciale di Trenitalia (Gruppo FS Italiane) con cancellazioni e limitazioni di percorso per i treni sia regionali sia a lunga percorrenza. I treni in viaggio registrano attualmente ritardi medi di 20 minuti.

Informazioni di dettaglio e il programma dei treni in servizio sono consultabili sul sito web trenitalia.como chiamando il call center gratuito 800.89.20.21.

L’assistenza ai passeggeri è stata potenziata con 20 operatori nelle stazioni liguri di Genova Piazza Principe, Genova Brignole, Recco, Santa Margherita Ligure, Rapallo, Chiavari, Levanto, Monterosso e La Spezia ed è stato attivato un servizio bus di supporto al servizio ferroviario tra le località di Chiavari, Rapallo e Santa Margherita Ligure.