Code alle urne. “Procedura di voto troppo lunga”

0
729

Intorno alle 10 di questa mattina, al seggio di piazza Duca degli Abruzzi, molte auto in doppia fila e lunghe code già sulle scale del primo piano, livello in cui sono stati installati i seggi. Dopo una prima analisi l’affluenza alle urne pare buona, è chiaro che il dato è assolutamente empirico e a detta di molti nerviesi “le nuove procedure antibroglio non velocizzano le operazioni – spiega Arturo Sallo, pensionato in coda per il voto – staccare un tagliando prima e uno dopo mi sembra eccessivo. Tutto troppo lento”.

Le novità riguardano proprio le procedure di voto: nuove misure volte a evitare brogli e qualsiasi altra forma di inquinamento alle procedure elettorali. Tutto questo al fine di garantire la piena trasparenza della consultazione.

Cosa accade? Al momento della consegna del documento di identità il presidente del seggio applica un tagliando anti-fronde alla scheda per evitare che la matrice originale venga sostituita all’interno della cabina elettorale con un’altra falsificata. Una volta votato, l’elettore dovrà restituire restituirà la scheda piegata nuovamente al presidente che, verificata la corrispondenza del codice e l’originalità della scheda procederà a inserirla nell’urna.