Confesercenti Genova: “A Natale oltre il danno arriva la beffa”

0
470

Da lunedì partono le nuove restrizioni. Dopo la conferenza stampa del Presidente Conte di ieri arriva, precisa, la comunicazione di Confesercenti Genova.

“Arriva l’ennesimo cambio di programma, un incubatore di sacrifici e problemi. L’ennesima scelta scellerata che affossa, ancora una volta, il piccolo commercio. Dalla vigilia di Natale verrà messa la pietra tombale di tante, troppe attività. Perché? A causa del ritardo con cui sono state comunicate tutte le nuove misure che non hanno creato altro che danno oltre la beffa. Sí perché un’intera categoria, le aziende, le persone si sono preparate.
Per non parlare della mancata programmazione che è stata, da sempre, la protagonista principale nella gestione di questa pandemia dove, a pagare, sono sempre i soliti: i commercianti.
Ci teniamo a sottolineare come noi siamo – ancora una volta – pronti a pagare i danni provocati dalla pandemia ma non intendiamo accollarci quelli provocati dall’incompetenza, dalla mancanza di logica e dal disinteresse di tante attività che hanno investito su questo Natale. Ci troviamo costretti a gettare nell’immondizia il 100 per cento – se non oltre – di tutte le nostre attività. Non discutiamo le misure ma come queste vengono comunicate, con preavviso nullo.
La Germania ha deciso cosa fare e lo ha comunicato con un preavviso di oltre una settimana.
E noi? Qui in Italia? Non andiamo oltre le 72 ore. Chi vive dell’incasso quotidiano non può accettare continue sorprese se non a fronte di ristori veri e immediati.
Ad maiora, semper.. speriamo!”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here