Coronavirus, soccorso un senza tetto a Caprafico

0
1869

“Nel momento in cui lo abbiamo soccorso aveva febbre a 38 e respirava a fatica”. Ci spiegano così dalla centrale operativa della PA Nerviese. “Saturazione a 94per cento, mail di gola e non percepiva gusti. In più mostrava i segni di una forte congiuntivite”.

Questo il racconto di un intervento, in emergenza, di un presunto caso Covid-19 a Caprafico da parte dei militi nerviesi per soccorrere un uomo senza fissa dimora e conosciuto in zona.

“Abbiamo fatto allontanare le persone vicine e lo abbiamo accompagnato al triage dedicato al Covid dell’ospedale San Martino. Era davvero spaventato”.

L’uomo, senza fissa dimora di 65 anni, già da qualche giorno lamentava sintomi riconducibili al Coronavirus. Negativo al tampone effettuato all’ospedale Villa Scassi ha fatto ritorno nel quartiere.

In seguito all’intervento le squadre di Amiu hanno provveduto sanificare tutta l’area.

LASCIA UN COMMENTO