Da Boccadasse a Capolungo, la lunga domenica della gita fuori porta

0
988

Sono stati davvero tanti, c’è chi dice diverse migliaia, i genovesi che hanno voluto raggiungere il Levante in una domenica in cui il bel tempo e il sole l’hanno fatta da protagonisti.

Nonostante l’emergenza coronavirus, da Boccadasse a Capolungo, sono arrivare foto e segnalazioni di lunghe file di persone a passeggio o accomodare sugli scali a mare.

È il caso di Boccadasse e via V maggio. In questa parte di Levante, complice la bella giornata, si sono riversati davvero molti genovesi che hanno voluto passeggiare e godersi il sole all’aria aperta. Anche a Sturla, ad Apparizione e a Bavari si registrano  importanti numeri di passanti e amanti del trekking.

Il lungomare di Priaruggia e di Quinto ha fatto segnalare lunghe code di auto e molti genovesi – a dovere di cronaca la stragrande maggioranza con la mascherina indossata – quasi in fila indiana a passeggio.

Capolungo. Foto di Carla Senarega

Parchi di Nervi, passeggiata Anita Garibaldi e scalo di Capolungo le mete più gettonate.

Molte le pattuglie di Polizia locale, durante tutta la mattina e tutto il pomeriggio, sono intervenute per garantire distanziamento e tutte quelle norme legate al contenimento del contagio. In altri casi, l’intervento delle forze dell’ordine, si è reso necessario per andare a risolvere problematiche relative a traffico e, soprattutto, alla sosta selvaggia.

Infine, ancora a Boccadasse, alcuni lettori ci hanno segnalato episodi di degrado e sporcizia dopo il grande via vai di persone nel pomeriggio di oggi.

Boccadasse questa sera

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here