Disagi ai trasporti e alla circolazione. La parola al comitato dei pendolari

0
304

Il comitato dei pendolari del Levante ha inviato una lettera alle redazioni. Ecco l’integrale:

Purtroppo anche a Natale l’Assessore predica bene e razzola male!

In ogni intervento,  in questo ultimo anno di estremo disagio per chi usufruisce del servizio ferroviario regionale, l’Assessore Berrino non ha mai mancato di sottolineare l’istituzione dei tavoli tecnici con la partecipazione dei comitati  pendolari e la volontà alla collaborazione.
Dobbiamo essere sinceri, l’istituzione in se e per se dei tavoli tecnici non porterà mai alcun vantaggio concreto se non vengono prese in considerazione le istanze portate in quelle sedi.
Prima di arrivare al dunque è indispensabile una breve premessa: nell’ultimo mese si è letto sulla stampa, confermato dall’Assessore e dal contenuto del nuovo CdS, di un accordo tra Regione Liguria e una associazione di consumatori per l’introduzione di un servizio di monitoraggio dei treni. Il Comitato Pendolari del Levante Ligure ha da subito chiesto chiarimenti in merito all’Assessore, senza però ricevere alcuna risposta. Abbiamo letto ogni genere di affermazione su questo monitoraggio, alcune delle quali ci hanno lasciati pesantemente perplessi. Ma ciò che stupisce ancora di più è che l’Assessore, il promotore della collaborazione, non abbia ritenuto opportuno chiarire i nostri dubbi.
In data 23 Dicembre abbiamo ricevuto una convocazione per un tavolo tecnico che si terrà in data 30 Dicembre con oggetto ” Firma accordo su rinnovo CdS”. Certo, l’oggetto non è particolarmente esaustivo e decisamente libero all’interpretazione. A ora non sappiamo di che accordo si tratti, abbiamo solo potuto supporre che riguardi proprio i monitoraggi, ma ribadiamo che si tratta solo di supposizione.
Appena ricevuta la convocazione ci siamo premurati di chiedere all’Assessore di poter visionare “l’accordo”  che vorrebbe firmassimo, un accordo in quanto tale dovrebbe essere letto e commentato da tutte le parti.  Purtroppo a oggi non ne abbiamo ricevuto nessuna copia e riteniamo la cosa estremamente grave. Tutti i membri del direttivo del Comitato Pendolari del Levante Ligure hanno speso e continuano a spendere tempo libero e ferie per poter compiere al meglio il compito che ci è stato affidato. Gradiremmo maggior rispetto e altrettanta serietà da parte dell’Assessorato ai Trasporti.

LASCIA UN COMMENTO