Domattina scatta l’allerta meteo

0
875

Continua il “treno” di perturbazioni atlantiche in arrivo sulla Liguria

La Protezione Civile Regionale ha diffuso l’ALLERTA GIALLA PER TEMPORALI E PIOGGE DIFFUSE diramata da Arpal sulla base degli ultimi aggiornamenti meteo previsionali.

Il peggioramento interesserà ancora una volta in particolare il centro levante della regione determinando le seguenti modalità di allertamento:

ZONE B, C, E (tutte le classi di bacino): DALLE 7 ALLE 18 DI DOMANI, SABATO 4 FEBBRAIO

meteo2meteo1

Criticità verde nelle altre zone

Nel dettaglio ecco le cinque zone di allertamento in Liguria:

A: l’interno della provincia di Imperia, la Valle del Centa

B: Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno

C: costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Valfontanabuona e Valle Sturla

D: Valle Stura ed entroterra savonese compresa la Val Bormida

E: Valle Scrivia, Val d’Aveto,  Val Trebbia

Il dettaglio, comune per comune, è reperibile sul sito www.allertaliguria.gov.it dove sono riportate anche le norme di autoprotezione consigliate dalla Protezione Civile Nazionale, da adottare prima e durante gli eventi.

La Sala Operativa Regionale resterà aperta per tutta la durata dell’allerta.

SITUAZIONE: la prima perturbazione in transito sulla Liguria ha portato cumulate significative e localmente elevate. Dalla mezzanotte alle 11 si sono registrati 59.6 millimetri a Urbe Vara Superiore (Savona), 56,2 a Campo Ligure e Cabanne di Rezzoaglio (entrambe le stazioni sono in provincia di Genova). Nelle ultime 12 ore si segnalano anche i 53.6 a Genova Fiorino, i 50.6 a Stella Santa Giustina(Savona), 44.6 di Calice al Cornoviglio (La Spezia) e Verzi Loano(Savona) e i 42.6 di Sella Giassina (Genova). Ora si attende una tregua dei fenomeni con un nuovo passaggio instabile tra la sera e la notte (possibili rovesci e temporali) sempre concentrato sul Centro Levante mentre, domattina, arriverà la seconda perturbazione con precipitazioni intense e temporali anche forti.  Oltre alle precipitazioni previsto anche un nuovo rinforzo dei venti meridionali e l’aumento del moto ondoso con possibili mareggiate lungo le coste del Levante.

Di seguito, nel dettaglio, le previsioni per i prossimi giorni:

OGGI, VENERDI’ 3 FEBBRAIO :  progressiva attenuazione delle precipitazioni a carattere temporalesco sul Levante. In serata nuovo passaggio instabile, con possibili rovesci o temporali, in particolare su B, C ed E. Bassa probabilità di temporali forti con possibili allagamenti localizzati ad opera dei sistemi di smaltimento o di piccoli canali/rii. Possibili danni puntuali per isolate raffiche di vento o trombe d’aria, grandine e fulmini, piccoli smottamenti. La protezione civile ricorda di osservare le opportune norme di autoprotezione. Venti localmente forti da Sud Ovest.

DOMANI, SABATO 4 FEBBRAIO:  nelle prime ore bassa probabilità di locali fenomeni temporaleschi forti, in particolare su B, C ed E. Dopo una breve pausa, in mattinata un nuovo passaggio perturbato porta a precipitazioni significative e localmente moderate, con alta probabilità di locali fenomeni temporaleschi forti, in particolare su B, C ed E. Progressivo esaurimento delle precipitazioni da Ovest verso Est nel pomeriggio. Venti localmente forti da Sud Ovest, mare in aumento fino a localmente agitato. Possibili mareggiate su C nella seconda parte della giornata.

DOPODOMANI, DOMENICA 5 FEBBRAIO: il passaggio di una nuova veloce perturbazione determina ancora precipitazioni significative, in particolare su B, C ed E, con bassa probabilità di temporali forti: possibili allagamenti localizzati ad opera dei sistemi di smaltimento o di piccoli canali/rii. Possibili danni puntuali per isolate raffiche di vento o trombe d’aria, grandine e fulmini, piccoli smottamenti. La protezione civile ricorda di osservare le opportune norme di autoprotezione. In serata rinforzo venti da Nord su B. Mare localmente agitato su C nelle prime ore, in calo.

In caso di eventi intensi, durante l’allerta sarà pubblicato il monitoraggio sul sito www.allertaliguria.gov.it, inviato anche tramite twitter (segui @ARPAL_rischiome)

Sulla pagina www.facebook.com\ArpaLiguria post con immagini, grafici e dati.

In allegato: la mappa con le zone di allertamento e l’immagine del satellite sul Bacino del Mediterraneo dalla quale si osserva sulla Francia la perturbazione in arrivo domani sulla Liguria.

LASCIA UN COMMENTO