“Economia”, ecco la nuova rubrica curata da Ivana Traverso

0
839
Piemontese di origine dove sono nata 45 anni fa, genovese e “nerviese” di adozione da quando mi sono trasferita nel 2002 con l’inizio della mia professione di consulente finanziario.
Laureata da pochi mesi iniziai con parecchi corsi di formazione, quindi l’esame per l’iscrizione all’Albo. Nel frattempo le prime visite in affiancamento.
Dal 2004 sono in Finecobank (https://finecobank.com/it/public/corporate/profilo/chi-siamo): faccio parte di un gruppo di lavoro che nel tempo è cresciuto e oggi conta su Genova un team di oltre 40 professionisti con i quali collaboro quotidianamente.
Il “fare squadra” con altre professionalità mettendo insieme le diverse competenze, unite alla personale disciplina nel fare le cose e alla ricerca del volermi misurare costantemente per un continuo miglioramento, mi hanno permesso nel tempo di costruire e incrementare una solida rete di relazioni.
Molte delle persone conosciute all’inizio sono ancora con me e rinnovano la loro fiducia ogni volta che mi chiamano per un consiglio, il chiarimento di un dubbio o la soluzione per una loro esigenza. Con alcuni di loro si è creata anche una piacevole amicizia che ci fa condividere passioni e interessi comuni.
E nel 2020, anno altrettanto particolare e difficile, voglio “ripartire” dalla mia professione e dal mio ruolo che mai come in un contesto così delicato, ha sempre più carattere sociale educativo. Da qui nasce l’idea della collaborazione con la redazione de Il Nerviese nel Levante che ringrazio, creando uno spazio all’interno del giornale dove condividere contenuti economico-finanziari in un linguaggio semplice, accessibile a tutti.
Gli argomenti trattati potranno essere approfonditi visitando la mia pagina Facebook, o contattandomi ai recapiti presenti in homepage.
Come avvio alla rubrica, ho scelto un tema che mi sta particolarmente a cuore, essendone direttamente coinvolta: la pensione per i professionisti e i titolari di partita IVA.
“Il mondo dei professionisti ha i suoi pregi e difetti, ma una cosa è sicura: l’universo della previdenza è diverso da quello dei dipendenti. Parliamo infatti di un vasto popolo di lavoratori autonomi che, stando alle ultime proiezioni Inps, si trovano fuori dai radar del primo pilastro pensionistico e risentiranno maggiormente del passaggio al metodo contributivo avvenuto nel 2012. Una situazione via via peggiore per i nati dopo il 1980.”
Continua la lettura cliccando sul link: https://www.fineconomy.it/…/hai-la-partita-iva-ecco…/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here