Il Festival dei balletti sempre più vicino

0
533

Dal 22 al 25 giugno, nel contesto di Genova Outsider Dancer si terrà il Festival Internazionale dei Balletti da Genova verso Nervi Anno “0”.

Festival Internazionale dei Balletti da Genova verso Nervi Anno “0”: un percorso con Stages, WorkShop e Laboratori Coreografici rivolti ai ragazzi a partire dagli 11 anni che desiderano formarsi nell’ambito della danza.
Obiettivo del Festival è dare l’opportunità ai giovani di studiare in modo qualitativo maturando la loro passione per la danza.

I partecipanti avranno l’opportunità di fare alta formazione sia tecnica che didattica; saranno seguiti da grandi nomi della danza: Sabrina Brazzo, Andrea Volpintesta, Travis Clausen Knight (Mac Gregor Company), Damiano Bisozzi, Massimiliano Volpini, Primi Ballerini e coreografi di spessore Nazionale ed Internazionale
La partecipazione è aperta sia agli appassionati sia alle scuole di danza locali (e non) che potranno iscriversi gratuitamente mettendo alla prova e dimostrando la loro preparazione agli esperti.
Martedì 25 giugno alle ore 20.30, a conclusione del percorso formativo, presso il Teatro della Gioventù è previsto un Galà al quale interverranno come ospiti il Centro Studi Coreografici di Milano, Aconcoli Dance e Eko Dance Project di Pompea Santoro.
Durante la serata è previsto l’intervento di Aldo Masella, che illustrerà il Festival internazionale del Balletto di Nervi, ricordando Mario Porcile, il creatore del Festival che ha rappresentato in assoluto l’appuntamento più importante della danza a livello mondiale.

L’8 Luglio 1955, infatti, debuttava ufficialmente il Festival Internazionale del Balletto di Nervi, ideato creato e diretto dal maestro Mario Porcile.
Sin dalla prima edizione, è stato realizzato all’interno dei parchi di Nervi. Quest’anno, a causa di problematiche ambientali – dichiara Andrea Volpintesta – “Si è optato per una nuova-temporanea location: il Teatro Carlo Felice di Genova, con il quale già collaboriamo per l’evento Genova Outsider Dancer”.
Dal Festival Internazionale del Balletto di Nervi, sono passati i più grandi e nomi della danza a cominciare da una “giovanissima neodiplomata” Carla Fracci a cui venne data la grande occasione di debuttare al fianco di Alicia Markova, Yvette Cahuviré e Margrethe Schanne nel famoso Pas de Quatre. Rudolf Nureyev arrivò nel 1961 con la famosissima Compagnia del Marchese de Cuevas e successivamente, Margot Fonteyn con il Lago dei Cigni.
Furono anni in cui si sono susseguite numerose-prestigiose presenze di grandi Compagnie da tutto il globo.

Prosegue Andrea Volpintesta: “Si è passati dai parchi di Nervi al Carlo Felice, che è collegato con Porto Antico: una staffetta coreutica che chiuderà i lavori con uno Spettacolo a Porto Antico”. Ma è solo un anno di attesa perché – prosegue Volpintesta “Il prossimo anno torneremo nuovamente ai giardini di Nervi”, luogo originario del progetto in cui verrà riproposta una nuova formula ideata e coordinata dall’Associazone Culturale Jas Art Ballet che, con le etoile internazionali, Sabrina Brazzo e Andrea Volpintesta e con la collaborazione di Maria Meoni curerà la direzione artistica.

Per la grande chiusura, giovedì 13 luglio, la compagnia Jas Art Ballet sarà all’interno del Festival a Porto Antico con lo “Swan Lake”, Il Lago dei Cigni, curato dal coreografo Giorgio Azzone.

LASCIA UN COMMENTO