Fiori di Bach: un rimedio floriterapico

0
1833

Oggi sentiamo spesso parlare dei fiori di Bach, ma ne ignoriamo le origini, e nella maggior parte dei casi pensiamo che si tratti di una specie particolare di pianta o qualcosa di simile. In realtà non è affatto così, in quanto tutto nasce dalla particolare visione delle malattie, e dei loro metodi di cura, che aveva il medico Edward Bach: lo studioso, infatti, diede il primo impulso alla creazione di un sistema di guarigione basato sull’utilizzo della floriterapia, secondo le logiche e le filosofie della medicina olistica.

Si parla dunque di cure naturali, seppur leggere e indicate soltanto per gli stati non patologici. Di contro, questo sistema è in grado di produrre diversi effetti positivi su mente e corpo, combattendo ad esempio condizioni come lo stress, la depressione e l’ansia, aiutando a rendere queste problematiche meno forti.

Cosa sono i fiori di Bach

Come detto, non si tratta di una specie particolare, ma di una sorta di “collezione” di diversi fiori, selezionati con grande attenzione da Bach per via delle loro proprietà medicamentose. Si parla di un totale ristretto poi a 38 esemplari, le cui peculiarità aiutano ad intervenire in maniera positiva su certi stati d’animo, favorendo il miglioramento della qualità di vita di un individuo.

Attualmente si possono trovare ovunque visto che sono tutt’altro che rari, anche presso una farmacia online come shop-farmacia.it dove è possibile scegliere tranquillamente da casa diversi prodotti a base di fiori di Bach, sicuri e controllati. Ma qual è il funzionamento di questi rimedi, che aiutano e supportano le emozioni positive?

I benefici dei fiori di Bach

In primo luogo, questi particolarissimi fiori aiutano a diminuire il carico di stati d’animo negativi come lo stress e in particolare l’ansia, soprattutto se si utilizzano piante quali il cherry plum e del rock rose, insieme ad un altro esempio come l’oak o la stella di Betlemme. In realtà questi fiori sono consigliatissimi anche per perdere peso, per ottenere un supporto da un punto di vista umorale, dato che la floriterapia va sempre accompagnata dallo sport e da uno stile di vita equilibrato. Fra i migliori per questo scopo troviamo il centaury, che riduce i morsi della fame nervosa, insieme all’impatiens, che è ottimo contro il nervosismo. Infine, non avendo alcun tipo di effetto collaterale, possono essere assunti anche dai bambini.

Come si assumono questi rimedi

Il modo comune per assumere questi fiori, e per poter godere di tutti i loro benefici, è ricorrere agli estratti e posizionare qualche goccia sotto la lingua. Per quanto concerne le quantità e le dosi, per gli adulti si può arrivare anche a 4 gocce per 3 volte al giorno, per un periodo intorno alle 4-6 settimane. Questo è il tempo calcolato dagli esperti per notare i primi effetti concreti della terapia olistica a base di fiori di Bach.

Bisogna comunque sottolineare che conviene sempre evitare il fai da te: pur non avendo alcuna controindicazione, per ottenere il massimo effetto da questi fiori è il caso di rivolgersi ad un naturopata esperto, conoscitore dei rimedi in questione. Anche perché, come detto, ogni fiore ha delle proprietà diverse dagli altri.

Pur non trattandosi di veri e propri rimedi per malattie e stati di ansia, i fiori di Bach possono essere utili a migliorare il proprio umore e la propria vita, soprattutto se assunti con regolarità. 

LASCIA UN COMMENTO