“Gli effetti personali nei reparti Covid li portiamo noi”. Tre medici si mettono a disposizione

0
654
Healthcare professionals wearing protective suits and healthcare masks at work inside the isolation area of the Amedeo di Savoia hospital in Turin, northern Italy, 05 March 2020. Premier Giuseppe Conte said Thursday the cabinet had earmarked 7.5 billion euros "to support families and businesses that are facing the (coronavirus) emergency". "They are extraordinary and urgent measures", he said. "On the deficit there has not been any leap into the dark", he said, and stressed "the EU will understand". ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO

“Ciao mi chiamo Francesca Di Biasio e sono una nerviese acquisita da quasi 4 anni – comincia così il messaggio che la nostra Redazione riceve alla Pagina Facebook de Il Nerviese – Sono una neurologa e lavoro all’ospedale San Martino”.

Poche parole, semplici. Il senso del contenuto si capisce. “Con una mia cara amica e collega del Galliera, insieme a un infermiere di terapia intensiva del San Martino, siamo disponibili a portare in Ospedale cambi, caricabatterie, effetti personali o altro per quelle persone che hanno familiari o amici ricoverati e non possono muoversi. Se può essere utile ci siamo”.

Chiaramente, per ovvi motivi logistici e di sicurezza, il servizio è reso disponibile per i soli residenti nerviesi.

Non solo – ogni giorno – medici, infermieri e personale sanitario mette a repentaglio la propria vita per salvare il prossimo. Questa professione è così tanto una missione che aiutare gli altri è uno scopo di vita, non c’è esistenza se non è al servizio della comunità.

Sono stati definiti angeli, eroi. Alcuni di loro non vogliono essere immaginati in questo modo ma, dopo le tante prove date in questo mese e più, gli aggettivi che si distanziano da quelli sopra citati sono davvero pochi. E oggi, in redazione, è arrivata l’ennesima prova.

“Ci chiamiamo Francesca Di Biasio (neurologa a San Martino, ndr), Carlotta Defferrari (oncologa al Galliera, ndr) e Saverio Braggio (infermiere in terapia intensiva di San Martino, ndr). Siamo disponibili a portare qualunque cosa di cui ci possa essere bisogno in Ospedale. Vogliamo solo essere utili. Partiamo tutte le mattine, o a volte le sere, da Nervi. Alcuni pazienti vengono presi a casa con gravi crisi respiratorie e sono o molto anziani o con famiglie in quarantena, noi possiamo muoverci più liberamente! Speriamo di poter aiutare qualcuno”.

Non riusciamo ad aggiungere altro se non per indicarvi le modalità con le quali le persone CHE NE HANNO DAVVERO BISOGNO possono contattare questi angeli, questi eroi. Ci hanno riferito che possono rispondere ai vostri messaggi su Facebook. Cercateli e chiedete loro aiuto solo se ne avete davvero bisogno, non dimenticate che questi professionisti salvano vite.

Francesca Di Biasio: https://www.facebook.com/francesca.biasio.5

Carlotta Defferrari: https://www.facebook.com/carlotta.defferrari

Saverio Braggio: https://www.facebook.com/braggio.saverio

 

LASCIA UN COMMENTO