Identificata l’area per lo “Spazio Cani” nei parchi

0
950

La vasca, da tempo dismessa e oggi utile a raccogliere solo acqua piovana, vicino alla Galleria d’Arte Moderna oppure un’area dedicata all’interno del parcheggio della stazione in piazza Sciolla.

I due spazi riservati ai cani, secondo una prima valutazione da parte del municipio, potrebbero essere la soluzione riservata alle ormai continue richieste da parte di coloro che della vita degli amici a quattro zampe hanno scelto la via.

“Ci sono alcuni punti ancora da limare e studiare – fanno sapere da via Piansco”.

Da valutare, chiaramente, c’è il regolamento dei parchi storici. “Serve capire – sottolinea il presidente Franco Carleo – come inserire in un contesto del genere un’area cani. E’ fuori di dubbio che uno spazio per questi compagni di vita va individuato”.

Organizzazione, pulizia e decoro. Tre punti su cui la nona delegazione davvero non transige. “Un’area fatta bene e gestita bene – spiega di concerto il vice presidente Federico Bogliolo – Dopo aver identificato una zona ben precisa si potrebbe creare, o contattare nel caso in cui fosse già esistente, un comitato di persone che si occupi del mantenimento dell’area cani”.

L’idea è quella di creare uno spazio protetto e attrezzato con fontana per l’acqua per i cani. Nell’ipotesi dei parchi, per così dire, un linea di protezione formata dalle ringhiere della vasca esiste già. Nel caso della stazione si dovrebbe andare a creare quasi da zero.

“Una cosa è certa – conclude il municipio – c’è una legge che vincola la creazione di un angolo dedicato al benessere degli animali, in questo caso dei cani. Già dal nuovo anno non è escluso con cominceremo con i sopralluoghi”.

 

LASCIA UN COMMENTO