Il nuovo DPCM in sintesi

0
640

Ecco il nuovo DPCM che entrerà in vigore dal 4 dicembre e ci sarà un inasprimento delle norme dal 21 dicembre al 6 gennaio ‼️

– COPRIFUOCO

Resta il divieto di circolazione dopo le 22 e fino alle 5 del mattino successivo se non per motivi di necessità, lavoro o salute. Il limite varrà anche per Natale, Santo Stefano e Capodanno (per quest’ultimo coprifuoco fino alle 7 del mattino). Per questo motivo le messe della vigilia dovranno essere anticipate per permettere ai fedeli di ritornare a casa allo scoccare del coprifuoco.

– MOBILITÀ TRA REGIONI E COMUNI

Dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 saranno vietati gli spostamenti tra regioni, ad eccezione degli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute.

Il 25 e 26 dicembre 2020 e il 1° gennaio 2021 saranno vietati gli spostamenti tra Comuni, ad eccezione degli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute.

Sarà sempre possibile, dal 21 dicembre al 6 gennaio, rientrare alla propria residenza, domicilio o abitazione.

Dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 sarà vietato spostarsi nelle seconde case che si trovino in una Regione diversa dalla propria.

Il 25 e 26 dicembre 2020 e il 1° gennaio 2021 il divieto verrà esteso anche per le seconde case situate in un Comune diverso dal proprio.

– QUARANTENA PER CHI TORNA DALL’ESTERO

GLI ITALIANI CHE ANDRANNO ALL’ESTERO PER TURISMO, AL RIENTRO DOVRANNO OSSERVARE UN PERIODO DI QUARANTENA. E LO STESSO SARA’ CHIESTO A TURISTI STRANIERI CHE VORRANNO VISITARE L’ITALIA IN QUESTO PERIODO.

– RISTORANTI APERTI A PRANZO NEI GIORNI DI FESTIVITÀ’

Si potrà pranzare al ristorante il 25 e 26 dicembre, a Capodanno e per l’Epifania. La sera invece resteranno chiusi visto in vigore il coprifuoco.

– NEGOZI E OUTLET

Fino al 6 gennaio 2021 l’esercizio delle attività commerciali al dettaglio è consentito fino alle ore 21.00 nelle giornate festive e prefestive sono chiusi gli esercizi commerciali all’interno dei mercati e dei centri commerciali, gallerie commerciali, parchi commerciali, aggregazioni di esercizi commerciali ed altre strutture assimilabili, a eccezione di farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole”.

– SCI E HOTEL MONTAGNA

Aperti alberghi di montagna dove sarà possibile fare il cenone ma in camera.

“Sono chiusi gli impianti nei comprensori sciistici; gli stessi possono essere utilizzati solo da parte di atleti professionisti e non professionisti, riconosciuti di interesse nazionale…per permettere la preparazione finalizzata allo svolgimento di competizioni sportive nazionali e internazionali o lo svolgimento di tali competizioni.

Dal 7 gennaio 2021, gli impianti sono aperti, agli sciatori amatoriali” con l’adozione delle linee guida di Regioni e Province autonome validate dal Cts.

– HOTEL

Aperti in tutta Italia ma non potranno fare la cena di Capodanno, solo in camera

– SCUOLA

DAL 7 GENNAIO TORNERA’ LA DIDATTICA IN PRESENZA ANCHE PER LE SCUOLE SECONDARIE DI SECONDO GRADO.

– ITALIA A TRE COLORI

Confermato il sistema delle fasce, rossa, arancione e gialla in ordine decrescente di diffusione del contagio e di pressione sul sistema sanitario, con conseguenti misure più stringenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here