La pasquetta dei militi alla PA Nerviese

0
644

In protocollo da seguire, quasi fosse un rituale. Prima cosa la tuta, poi i due paia di guanti. Quindi le maschere e il cappuccio. Alla fine i calzari. Tutto da compiere in pochi minuti perché alla centrale operativa è arrivata la chiamata di soccorso e il presunto caso di Covid-19 aspetta l’intervento dei militi.

La vita nei locali della PA, in questo terribile periodo di emergenza che pare non finire mai, è frenetica e senza sosta. Non ha ritmi perché tenendone conto si rischierebbe di impazzire.

Un altro aspetto del quale si rischia di non tenere conto è quello che gli interventi NO Covid continuano a essere molti perché, purtroppo, le persone continuano a stare male e hanno bisogno di cure e attenzione.

Proprio pochi minuti fa, sulla pagina della PA Nerviese, è comparso un post in cui racconta la pasquetta in Croce Verde (per i nerviesi si chiama ancora così). Una serie di foto, emblematiche, che raccontano come il milite si prepara ed esce per un intervento di possibile Covid-19. Il messaggio è chiaro e arriva diretto a chi legge il post: “La nostra Pasquetta…#restateacasa #andràtuttobene #pasqua2020 #covid19“.

Ricordate che la campagna di raccolta fondi per la Pubblica Assistenza Nerviese, organizzata da Il Nerviese, è sempre aperta e attiva. Donate a questo link, ne hanno davvero bisogno: gf.me/u/xs6rfz

LASCIA UN COMMENTO