“Lasagne? Sì ma non per Casapound”

8
12344

Lasagne d’Autore, a Nervi, è una vera istituzione. Da ormai due anni Lorenzo Paolicelli, il proprietario, serve piatti a tutto il quartiere. “Sì, a tutti- ripete Paolicelli – ma dipende dalle situazioni”.

Intorno alle 16 di questo pomeriggio il telefono di Lasagne d’Autore ha squillato: è arrivata una telefonata dall’Astor che chiedeva abbondanti porzioni di lasagna.

“Subito credevo fosse uno scherzo – ha detto Lorenzo Paolicelli – dopo aver capito che stavano facendo sul serio, per coerenza, ho risposto loro che non lavoro per Casapound”.

Come lui sono state altre le attività che hanno mostrato dissenso attaccando alle vetrine biglietti che giustificavano la chiusura.

“Siamo indignati”, recita la parte iniziale del testo scritto sopra un foglio bianco dai proprietrari della Fioreria dei Parchi.

8 Commenti

  1. Rimango semplicemente stupito che una attività pubblica rifiuti di vendere i suoi prodotti a chi ha una differente visuale politica!
    Andando di questo passo, non venderete più a quelli che hanno i capelli biondi o che saranno più alti di un metro e novanta!
    Mi guarderò bene dal ritornare ad acquistare da voi.

    • lo stesso vale per casapound, dopo che avranno ammazzato di botte negri, rom gay e comunisti cominceranno
      ad incolpare i bassi , i baffuti etc…..

      • Adesso che me lo dici, mi sono accorto che sui giornali ci sono solo notizie di orde di assassini (affiliati a Casa Pound) che hanno ucciso centinaia di persone (per la lista vedi sopra). L’odio che cova verso l’avversario politico, mi riporta alla mente gli anni 70.
        Stiamo tutti tranquilli.

    • E’ una attività pubblica e democratica che rispetta la Costituzione repubblicana nata dalla Resistenza, quindi è giusto non diventare i servitori del fascisti del terzo millennio, I gruppi di estrema destra vanno messi fuorilegge. Questi approfittano della libertà concessa dalla lotta partigiana per ritornare ad applicare tutto l’odio e la violenza spesa in vent’anni di guerre e di miseria!

  2. La Genova che ha ancora un’orgoglio! Mai con Casapound nemmeno se pagano! Via i fascisti dai quartieri con ogni mezzo necessario.

  3. Come se non bastasse la grande informazione informazione faziosa (La Repubblica, L’Espresso, Il Fatto Quotid etc) anche voi nonscherzate di fronte ad ogni occasione per inventare accuse contro le destre.
    Ma quando i centri sociali , gli anarchici … assalgono con bombe molotov o come in quest’occasione che sulla base di una foto online troppo discutibile ,senza prove e senza il referto medico ufficiale , s’è scatenata la solita vergognosa accusa, quando ,ormai si sa che un ematoma viene tradotto per coltellata pur di creare un can can.
    Questo vecchio trucco è stato usato per tentare d’incastrare ad Ostia Casa Pound in combutta col caprone della testata al giornalista rompiscatole ,mentre dopo ina settimana di martellamento il mafioso Spada è risultato tifoso del Movim.5Stelle.
    Poi solo per citare i casi vicini : la bandiera nazista nella caserma dei carabinieri che dopo 1000 gaffe è risultata una bandiera della Germania imperiale.
    Siete ancora in tempo , dopo le accurate indagini, a modificare il vs. assurdo preconcetto verso Casa Pound ed il frontevdestro in consapevole crescita . Leonida.Laconico@gmail.com http://www.leonida-laconico.eu/

LASCIA UN COMMENTO