Lavori a Quarto, “le firme stanno arrivando numerose, se necessario bloccheremo i lavori”

0
933

Proprio ieri abbiamo scritto delle opere a scomputo all’ex cenacolo di Quarto. Un collegamento che porta diretto alla stazione di piazza Egisto Sivelli.

Diverse mail di precisazioni e puntualizzazioni sono arrivate alla redazione.

“È uno scempio per gli occhi, quello che possiamo fare ora è solo far ricoprire tutto dalla vegetazione. Le firme stanno arrivando numerose, abbiamo messo le schede in tutti i portoni, contattato gli amministratori, e le schede sono disponibili anche nei negozi a Priaruggia. Se necessario bloccheremo i lavori. È uno scempio a pochi metri dal Monumento a Garibaldi, uno scempio fatto con il costo minore, e lo scempio maggiore al paesaggio”.

Andrea Duò, un residente, ci continua: “I due muraglioni rimarranno cosi perché adesso non si possono cambiare, non si può cambiare il progetto che peraltro non è nemmeno a norma per disabili perché la pendenza di legge dovrebbe essere del 5 per cento”.

I residenti che da un pezzo protestano contro il nuovo progetto chiedono una fessura a terra fatta lungo tutto il percorso del biscione in modo che si possa far crescere in quella fessura, tra i due muraglioni che sosterranno la rampa, qualche pianta di edera o rampicante, in modo che il muraglione 1, cioè quello che parte dal ponte e arriva alla curva che ripiega la rampa su stessa venga ricoperto di verde”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here