L’Iren Genova Quinto “nipponico” batte 11-8 la Pallanuoto Metanopoli. È Inaba show

0
190

IREN GENOVA QUINTO: Pellegrini, Panerai 1, Fracas, Mugnaini 1, Brambilla 1, Guidi 1, Gavazzi, Nora 2, Inaba 2, Bittarello, M. Gitto 3, Gambacciani, Noli. All. Luccianti

S. DONATO METANOPOLI: Ferrari, Baldineti 1, A. Brambilla 1, L. Bianco 1, A. Di Somma 1, Ravina 2, Lanzoni 1, Monari 1, G. Bianco, Ficalora, Cimarosti, Caliogna, Cavo. All. Gambacorta
Arbitri: Brasiliano e L. bianco
Note: Parziali: 1-1 3-4 3-1 4-2 Usciti per limite di falli Lanzoni e L. Bianco (Metanopoli) e Guidi (Quinto) nel quarto tempo. Espulso per proteste Luccianti (allenatore Quinto) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Quinto 6/12 e Metanopoli 3/7 + 2 rigori realizzati

Parte con i tre punti il girone play out di serie A1 dell’Iren Genova Quinto, che alle Piscine di Albaro ha battuto 11-8 la Pallanuoto Metanopoli nella prima giornata. Una gara tesa e combattuta per i primi due tempi, in cui le due formazioni si sono battute gol su gol, poi, da metà terzo tempo, la svolta con i padroni di casa capaci di sprintare e di scavare un solco nel punteggio rispetto agli avversari. Si sblocca il talento giapponese Yusuke Inaba, autore di due gol bellissimi: uno a tu per tu con il portiere dopo aver lasciato sul posto il marcatore, il secondo con un tiro dalla distanza.

Mi aspettavo un andamento di questo genere – commenta il tecnico biancorosso Gabriele Luccianti – Loro sono entrati in acqua con molta determinazione, hanno trovato alcune buone soluzioni e noi al contrario eravamo un po’ contratti, oltre che imprecisi soprattutto in superiorità numerica. Va detto che questa era una partita sentita, una sorta di derby nonostante stiamo parlando della squadra di Milano infatti molti ragazzi sono liguri o hanno giocato qui in Liguria. Dopo i primi due tempi su questa falsariga siamo riusciti a sbloccarci. Faccio i complimenti ai miei ragazzi perché non era affatto facile, ma era importante iniziare questo gironcino con il piede giusto“.

LASCIA UN COMMENTO