“I marciapiedi sono una trappola”, la lettera di un lettore

1
216

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un nostro lettore. Giovanni Odero passeggia spesso per via Somma e il tratto tra via dei Vassalli e via Lucchi Superiore è un vero percorso di guerra. Da anni. Ecco il testo integrale della sua mail.

Buongiorno,

vi scrivo per segnalare le (a dir poco) pessime condizioni in cui verte il marciapiede di via Donato Somma, lato mare, nel tratto tra il semaforo di via dei Vassalli/via Lucchi Superiore e via Lucchi (probabilmente anche nel tratto successivo verso Sant’Ilario ma lo percorro di rado).
Il marciapiede risulta in forte pendenza verso il centro della strada e dico per certo che questa condizione permane da almeno 28 anni (la mia età, l’ho sempre percorso e l’ho sempre visto così).

Ciò crea un evidente disagio agli abitanti della zona, costringendo perlopiù anziani, ma anche semplicemente persone con suole un poco più scivolose, a camminare “in cordata” radenti al muretto o peggio in mezzo alla strada. Per non parlare dei vari genitori con passeggino, costretti ad attraversare la strada per poter raggiungere un marcipiede “accettabile”.

Dopo anni di lamentele inascoltate, inutili segnalazioni ai Vigili Urbani e..cadute varie, ci siamo veramente stufati!

Sperando che possiate fare qualcosa e in attesa di un vostro riscontro,
vi porgo cordiali saluti.

Grazie per l’egregio lavoro che svolgete,

Giovanni Odero

1 COMMENTO

  1. Concordo su tutto. Io di anni ne ho 38, i miei genitori abitano in via donato somma e non ho mai visto fare manutenzione ai marciapiedi. Il tratto che porta sul ponte è tutto rotto e la ringhiera è a dir poco “pericolante”. Spero che voi possiate porre attenzione su questa problematica.Grazie

LASCIA UN COMMENTO