Arpal, altro avviso per mareggiata intensa

0
5

La mareggiata in corso è l’elemento per il momento più significativo di questa fase meteorologica sulla Liguria. La boa di Capo Mele ha registrato un’altezza significativa massima di onda pari a 3.35 metri, con un’onda più alta, nelle ultime 24 ore, di 5.2 metri. Il periodo di picco, ovvero il tempo che intercorre tra la cresta di un’onda e la successiva, ha toccato un massimo di 10 secondi; un elemento questo che indica l’energia con il quale il mare tocca la terraferma e i manufatti su essa presenti e che, nel pomeriggio di oggi, è destinato a crescere fino a 10-12 secondi, in coincidenza con un nuovo, rapido e deciso aumento del moto ondoso lungo tutte le coste regionali. Il momento più critico, sotto il profilo della mareggiata, è previsto tra il pomeriggio di oggi, martedì e la mattinata di domani, mercoledì 18; poi moto ondoso in lenta diminuzione a partire da Ponente.

Intanto, oggi si rivede la neve in Liguria. Fiocchi in mattinata in alta Valle Scrivia, in val d’Aveto mentre nelle prossime ore nevicate saranno possibili anche fino a fondovalle sui versanti padani di Levante e le zone interne del settore centrale, sopra i 900 metri nell’interno del Levante. Spolverate nevose possibili a quote basse sui versanti padani di Ponente. Domani, mercoledì, possibile qualche spolverata nevosa anche a quote collinari sul Levante mentre giovedì un deciso calo termico potrà provocare deboli e locali precipitazioni anche nevose sul centro Levante.

Da segnalare inoltre, sia oggi che domani, piogge e rovesci fino a moderati sul centro Levante (nelle ultime ore fenomeni di intensità debole con cumulata massima nelle ultime 12 ore di 20 millimetri a Piana Battolla-Ponte, nello spezzino) e venti forti meridionali in rotazione sul centro Ponente domani sera da tramontana.

Infine un’occhiata alle temperature che, nella notte, sono scese soprattutto sul centro Ponente dove, con -5.8, Calizzano (Savona) ha stabilito il record del freddo regionale. Situazione opposta, invece, sul centro Levante dove le temperature si sono mantenute a lungo più elevate: emblematica la differenza tra Savona, dove alle 9.30 si registravano 4 gradi e Genova Centro Funzionale che alla stessa ora segnava 10 gradi.  A seguire, rapido calo e, alle 11.30, sempre la stazione dove ha sede il Centro Funzionale Meteo Idrologico Arpal, segnava 5.0 gr

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here