Multe a raffica, commercianti sul piede di guerra

0
1163

“Qui, giorno dopo giorno, ci stanno uccidendo. Ci fanno chiudere. Ovviamente non chiediamo impunità, solo un minimo di tolleranza. La cronica mancanza di parcheggio a rotazione penalizza il piccolo commercio in maniera esagerata con tutte le conseguenze a caduta”.

L’appello dei commercianti nerviesi arriva forte e chiaro dopo le tante bollette che gli autisti si trovate appiccicate al tergicristalli.

”Non c’e tolleranza e qui a Nervi non si ferma più nessuno neanche a prendere un caffè: che sia moto o auto non c’è tempo di fare la copia di una chiave, comprare un gelato o un giornale”, continuano i commercianti di via Oberdan.

“Abbiamo più volte raggiunto il Matitone per chiedere soluzioni al Comune – spiega Viviana Nervo, presidente del Civ Nervi Mare – Avevamo proprosto loro, per esempio, il disco orario in piazza Duca degli Abruzzi ma nessuno ci ha mai ascoltato”.


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.ilnerviese.it/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 326