Quando a Nervi arrivava il tram

0
1569

Un rumore fischiante poi un campanello. Il vociare confuso dei passeggeri e il più classico “tac” della leva. Era questo il suono d’arrivo e di saluto del 15, il tram che da piazza Caricamento arrivava fino a Nervi.

Memoria e diapositive di abiti della domenica, di grossi Borsalino marroni e gentili signori sempre disposti a tendere la mano favorire la salita a bordo.

“Erano altri tempi – ricorda Nanni Perego, 76 anni – abitavo SottoRipa e insieme a mio papà salivo proprio sul 15 per raggiungere Nervi alla domenica mattina. Era meraviglioso”.

Inizialmente la linea che collegava il centro – a dire il vero Genova, prima ancora della formazione della grande Città – era il 17 con partenza da piazza De Ferrari; successivamente arrivò il 15 che passando per il mare collegava Caricamento e l’angiporto con Nervi. Potremmo tranquillamente affermare che le linee percorse oggi dagli autobus Amt altro non sono che le stesse corse effettuate dai tram dell’Uite.

A divertirsi di gusto c’erano anche i ragazzi nerviesi con la tanto “temuta” polvere di potassio. “Si comprava zolfo, potassio e carbone, il primo vendevano nelle botteghe in cui ci si procurava il veleno per topi – ricorda Azeglio Rimà – il potassio in farmacia simulando il mal di gola e il carbone li avevamo tutti in casa per le nostre stufe. Avevo appena 9 anni e, nel 1950 posizionavamo con gli amici la mistura sulle rotaie. Appena il tram passava sotto lasciava esplodere un boato tremendo facendo spaventare i passeggeri”.

img_0950