Nervi avrà la sua squadra di pallanuoto

0
1970

“Nervi avrà la sua squadra di pallanuoto, ci alleneremo alla Gropallo”. La notizia ha dell’incredibile ma è tutto vero. Cesare Vio, veterano delle piscine, ci ha già abituato a uscite di questo genere, di quelle che lasciano a bocca aperta, oggi però in tanti salteranno di gioia.

“Nella società e nella squadra il nome è già presente da un pezzo – spiega il Presidente dell’AlbaroNervi Vio – adesso però c’è la volontà di riportare nel quartiere la pallanuoto giocata, quella dei grandi, ma soprattutto dei più piccoli. Sì perché il nostro sport non è solo disciplina e tanta fatica; è anche divertimento, gioia e amore per quella sfera che galleggia in acqua”.

Il campo ufficiale di gioco per la Federazione italiana nuoto – a regolamento deve essere 33 metri per 25 e da qui non si scappa perché la vasca in passeggiata non raggiunge le dimensioni idonee – sarà sempre l’impianto di Albaro. Il campo di allenamento e riferimento, tuttavia, sarà – per il settore pallanuoto e non solo – la Gropallo. L’AlbaroNervi giocherà, la prossima stagione 2016/2017, nel campionato nazionale italiano di serie A2; la pallanuoto che conta torna a Nervi, dunque, nel quartiere dei parchi.

“Vogliamo lavorare con i giovani e con le promesse di Nervi, del levante e di tutte le zone limitrofe – continua il Presidente Cesare Vio -. Desideriamo che tutti i ragazzi e le ragazze (ci sarà anche la squadra femminile, ndr) che varcheranno il cancello della Gropallo possano giocare insieme a compagni e compagne di squadra di pari livello, in modo tale che tutti trovino spazio nella categoria di competenza. Dobbiamo e vogliamo riportare la passione per questo sport tra i giovani; sia chiaro, a Nervi, quella voglia di pallanuoto non è mai mancata”.

Ma le novità non finiscono qui. Sì perché pare che ci sia in cantiere l’idea per coprire la Gropallo, in modo tale da renderla fruibile per l’inverno non solo per gli allenamenti dell’AlbaroNervi ma anche per corsi nuoto, libera balneazione e acquagym.

E’ vero presidente Vio? “Beh dai, ora non mi fate dire troppo…”


LASCIA UN COMMENTO