Nervi, cosa ti sta succedendo?

1
1330

Foto uniche, rappresentazioni su cartoline di ogni tipo e alberghi da mille e una notte. Turisti da ogni partenza de mondo e manifesti in tutte le lingue conosciute.

Per questo motivo abbiamo scelto – con un pizzico di sarcasmo – un’immagine di copertina di inizio secolo che ritrae Nervi nel suo massimo splendore. Oggi, invece, non è più così. L’abbandono e il degrado sono all’ordine del giorno.

Immondizia, water di ceramica e degrado incontrollato. Alcuni angoli di Nervi – da ormai troppo tempo – sono diventati “luoghi ideali” per discariche a cielo aperto.

Via Cannè, via del Commercio e altre zone del quartiere – magari un po’ più nascoste – stanno diventando veri e propri depositi abusivi di immondizia.

“In via Bartolomeo Pagano – scrive sulla nostra pagina Facebook Mara Poggiolini, lettrice de Il Nerviese – sono state tolte le serrande per pulire il fiume e da quel giorno non vengono più installate barriere per delimitare l’accesso alle arcate”. La conseguenza sta nella foto che ha inoltrato alla nostra redazione: quattro water e materiale di ogni tipo viene lasciato in totale abbandono per strada.

Poco cambia in via Cannè dove alcuni abusivi hanno occupato e trasformato un box in abitazione a tutti gli effetti “con tanto di lucchetto alla serratura. Dopo aver catturato un germano – spiega Alessandro Sandru – lo hanno appeso fuori dalla porta per poi mangiarlo”.

Cosa sta succedendo a Nervi? Perché l’abbandono sta prendendo il sopravvento. A partire dalla stazione, villa Oliva, villa Jnes e via del Commercio per raggiungere ogni angolo del quartiere.

Aspettiamo altre vostre segnalazioni. Grazie per il vostro prezioso contributo.

1 COMMENTO

  1. E’ un lento degrado cui i nostri politici cercano di abituarci in attesa di piazzare un numero imprecisato di “migranti” in Via Val Cismon presso l’ex Maugeri.
    Naturalmente tutto avverrà solo dopo le elezioni in modo da non penalizzare le liste legate all’attuale giunta comunale.

LASCIA UN COMMENTO