Nervi e la pedonalizzazione, Bogliolo: “Lo ZTL si farà. Accolte le esigenze di tutti”.

1
3087

Dopo le ultime ore in cui è circolata la notizia di un possibile slittamento della pedonalizzazione di Nervi al 2022, abbiamo raggiunto – telefonicamente – il vice presidente del Municipio IX Federico Bogliolo per cercare di capire cosa, in realtà, stia accadendo.

Bogliolo, questa pedonalizzazione si farà oppure no?

”Sì, certamente. Si partirà con un periodo sperimentale”.

E questo cosa comporta?

”Dopo un periodo, compreso tra i tre e i sei mesi, ci rivedremo tutti per capire se le nostre scelte si saranno rivelate corrette oppure no”.

Cosa succede in questo periodo?

”Il progetto è quello presentato in assemblea pubblica nel giugno 2020. Abbiamo apportato alcune modifiche. Penso a una migliore accessibilità dei residenti ai mezzi pubblici; inoltre abbiamo voluto accogliere le richieste che sono arrivate direttamente dal quartiere”.

Quali?

”La prima riguarda l’inversione del senso di marcia in via Sant’Ilario (parte bassa, ndr) che non verrà più effettuata per facilitare l’accesso verso il centro di Nervi da parte di coloro che vivono tra Capolungo, via Sant’Ilario, via Marco Sala e via Ravano (il senso di marcia resterà da mare a monte, ndr). La seconda prevede l’inserimento di un mezzo elettrico che farà la spola per tutta la via pedonale”.

Quali sono le tempistiche?

”Non abbiamo una data precisa. Stiamo aspettando l’autorizzazione del Ministero delle Infrastrutture”.

Vi siete dati un termine?

“Appena arriverà il via libera da Roma. In ogni caso, con il Festival di Nervi, qualora la pedonalizzazione non fosse già operativa replicheremo le chiusure estive dello scorso anno”.

Durante il Festival di Nervi, dunque, ci sarà una prima prova di pedonalizzazione?

”Sì, proprio così”.

Il vice presidente Federico Bogliolo

Ricapitolando la zona pedonale prevede l’inizio in viale Franchini (a senso di marcia invertito), nei pressi della chiesa di San Siro e comprenderà viale Franchini stessa, via Oberdan, via Marco Sala, viale delle Palme e tutte le aree limitrofe. Resta consentito l’accesso a tutti gli aventi diritto e indistintamente – nei limiti della capienza – al parcheggio della stazione in piazza Sciolla.

“Siamo convinti – conclude Bogliolo – che questa sia la soluzione migliore per residenti, commercianti e turisti. Ci sarà comunque modo, a seguito di segnalazioni e richieste, di apportare modifiche nel tempo qualora si vedessero necessarie”.

1 COMMENTO

  1. Con la pedonalizzazione di via Oberdan ,si dovrebbe pensare a rendere ZTL via Del Commercio.
    con l’introduzione di tagliando gratuito per i residenti ed eventualmente pagamento orario(con tariffa da concordare)con controllo da parte di personale preposto, per chi volesse parcheggiare..

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here