Nervi, Quinto, Quarto, Sturla e Boccadasse. Il Levante per Lonely Planet è “imperdibile”.

0
1080

Nel pomeriggio sarà ancora il mare a farvi da guida. A Nervi, estrema propaggine a levante della città, si trova la passeggiata Anita Garibaldi, promenade con ringhiere e panchine verniciate di un azzurro tenue, in perfetto pendant con il blu profondo del mare. Concedetevi poi qualche tappa in uno degli esclusivi quartieri di levante: Quinto, Quarto, Sturla. Qui il mar Ligure spunta all’improvviso, si insinua tra strade e palazzi e nelle giornate di burrasca arriva a bagnare gli ignari passanti. Ma ciò che non potrete tralasciare porta il nome fatato di Boccadasse.

Beatrice D’Oria, cronista de Il Secolo XIX e co-autrice di “24ore a Genova”
Matteo Mangili, Lonely Planet

E’ così che Matteo Mangili- coadiuvato dalla insuperabile e poliedrica giornalista de Il Secolo XIX Beatrice D’Oria – ha voluto raccontare il Levante genovese nel Format di Lonely Planet dal titolo “48 ore a Genova”.

Da Spianata Castelletto fino al Levante è proprio il territorio raccontato quotidianamente da Il Nerviese nel Levante (appunto!) a recitare e condurre la parte dell’attore protagonista.

Sono molti, questo è da ribadire, i luoghi in Città che i due autori hanno voluto inserire all’interno della guida Toccata e Fuga di Lonely Planet. Palazzo Doria Tursi, i Palazzi di Rolli. Ovviamente la Città Vecchia e il Porto Antico. Non mancano i consigli enogastronomici: insomma un approfondimento tutto da leggere e seguire. Dove? A questo link:

https://www.lonelyplanetitalia.it/48ore#genova

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here