A Pisa trionfa Genova, il Palio delle Repubbliche Marinare è “Superbo”.

0
55

Genova trionfa a Pisa, nelle acque dell’Arno, e si aggiudica la 67esima regata delle Antiche repubbliche marinare. L’equipaggio della croce di San Giorgio, a bordo del galeone bianco, ha preceduto all’arrivo allo Scalo dei Renaioli il galeone verde di Venezia, quello azzurro di Amalfi – che aveva trionfato nelle acque di casa lo scorso giugno – e il galeone rosso di Pisa.

“Una straordinaria vittoria che fa onore a Genova! – il commento del sindaco di Genova a fine gara – Grazie ai nostri ragazzi che hanno saputo costruire questo successo, sapevamo che non sarebbe stato facile raggiungere per primi il traguardo anche a causa delle diverse assenze nella nostra squadra. Ma il grande lavoro e il sacrificio di questi mesi di preparazione da parte dei nostri atleti ha fatto la differenza. Due successi in meno di un anno fanno veramente onore alla tradizione e alla storia di Genova!”.

Con la vittoria di oggi il galeone bianco sale a 11 edizioni della regata vinte.

“Siamo orgogliosi di questa vittoria conquistata ribaltando anche i pronostici che davano altri equipaggi come favoriti visto che il nostro non poteva contare sulla presenza di alcuni atleti olimpici impegnati nel mondiale assoluto di canottaggio – ha commentato l’assessore allo Sport, presente a Pisa per la regata – Faccio i miei più sentiti complimenti ai giovani atleti che hanno firmato un’impresa storica e riportato la vittoria a Genova. Una menzione particolare voglio rivolgerla alle ragazze, arrivate prime tra gli equipaggi interamente femminili, al terzo posto dopo due equipaggi misti, nella regata dimostrativa”.

Sul galeone bianco di Genova sono saliti giovani atleti appartenenti alle società di canottaggio genovesi: il capovoga, Lorenzo Gaione è un veterano dell’equipaggio e, fino a luglio, era inserito nel gruppo olimpico.  Anche il prodiere Giacomo Costa e il numero 5 Edoardo Marchetti, sono alla quarta edizione consecutiva.

Al numero 2 Guglielmo Melegari, il più giovane del gruppo ma già capace di arrivare quarto al mondiale juniores dello scorso luglio insieme a Martino Cappagli (numero 7).

Nella parte centrale della barca, in sala macchine, al numero 3 Edoardo Rocchi, vice campione del mondo junior a Tokyo nel 2019 e partecipante, quest’anno, al mondiale under 23. Al numero 4 un genovese che vive alla Spezia e, nonostante voghi da poco più di un anno, è già inserito tra le possibili promesse del canottaggio italiano.

Al numero 6 un altro ragazzo della nazionale under 23: Andrea Licatalosi, vice campione del mondo nella categoria juniores lo scorso anno. Nel difficile campo toscano, la direzione è stata affidata al timoniere Alessandro Calder, due volte campione del mondo di costal rowing, tra il 2018 e il 2019.

Le riserve: Riccardo Corsinovi, Luca Carozzino e Michele Maspero.

Nella regata dimostrativa che si è svolta ieri pomeriggio, per la prima volta a difendere i colori della città c’è stato un equipaggio interamente femminile con ragazze di taratura internazionale come Ludovica Costa e Sofia Tanghetti, campionesse del mondo nel 2019, oltre a Ilaria Bavazzano, pluricampionessa italiana e campionessa europea nel canottaggio a sedile fisso che hanno ottenuto un onorevole terzo posto dietro

Nel nuovo staff tecnico, ad affiancare il veterano Enzo Mancuso ci sarà l’olimpionico Giovanni Calabrese, medaglia di bronzo a Sidney 2000 insieme a Giulio Basso, direttore tecnico del college remiero universitario federale di Pra’.

L’equipaggio maschile:

timoniere Alessandro Calder

1. Lorenzo Gaione

2. Guglielmo Melegari

3. Edoardo Rocchi

4. Nicolò Pucci

5. Edoardo Marchetti

6. Andrea Licatalosi

7. Martino Cappagli

8. Giacomo Costa

Riserve: Riccardo Corsinovi, Luca Carrozzino, Michele Maspero

L’equipaggio femminile:

timoniere Alessandro Calder

1. Maria Ludovica Costa

2. Silvia Tripi

3. Ilaria Bavazzano

4. Alice Mancuso

5. Giada Masini

6. Martina Fanfani

7. Valentina Cacciacarne

9. Sofia Tanghetti

Riserve: Aurora Cavolata, Alessia Della Fazia, Anna Greco, Elisa Dioguardi.

Allenatori: Giulio Basso, Giovanni Calabrese, Enzo Mancuso

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here