Capolungo, tutti in società per salvare la SSS.Ilario

0
90

A Capolungo, questa mattina, c’erano davvero tutti. Residenti, nerviesi e genovesi: da tanti quartieri della città. Non sono mancati i partecipanti bogliaschini e i due candidati – del centrosinistra e del centrodestra – Serena Finocchio e Federico Bogliolo. Presente anche la Proloco di Nervi.

Più di duecento persone raccolte nelle due sale sociali per chiedere, all’unisono, il salvataggio e la sopravvivenza della Societa Sportiva Sant’Ilario.

Il primo a prendere la parola – dal tavolo dei relatori composto dai membri del consiglio Carla e Sabrina Senarega – è il presidente Mario Benvenuto: “Abbiamo bisogno di nuove idee e soci giovani che ci aiutino a riportare in auge la nostra società. Il sodalizio è fondamentale per il quartiere e per tutto il territorio”.

A ruota, uno dopo l’altro, sono stati tanti i genovesi che hanno voluto prendere la parola cercando di portare un contribuito. C’è chi si è offerto di servire al bar, chi di organizzare corsi di inglese e anche chi è pronto a rifondare la storica squadra di canottaggio che – da sempre – ha raccolto grandi successi nel sedile fisso.

”Dobbiamo aiutare, aiutare e aiutare – ha detto il vice presidente della nona circoscrizione Federico Bogliolo – io sono stato socio e tornerò a esserlo. Dobbiamo, tutti insieme, fare qualcosa per salvare la Società Sportiva Sant’Ilario”.

E anche Serena Finocchio, consigliera uscente in via Pinasco e candidata per il centrosinistra alla presidenza non ha dubbi: “Capolungo non ha nulla da invidiare a Boccadasse o Vernazzola. Qui si possono organizzare migli marini e ed eventi legati proprio al mare”.

Dopo aver raccolto diversi nuovi soci tra i presenti, il sodalizio presieduto da Mario Benvenuto, ha voluto ringraziare all’unisono i presenti promettendo – per il momento – di riunirsi per riorganizzare un nuovo consiglio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here