Pallanuoto, il Quinto regola la Lazio con un secco 9-6

0
153

IREN GENOVA QUINTO-SS LAZIO NUOTO 9-6
IREN GENOVA QUINTO: P. Pellegrini, J. Gambacciani, A. Di Somma 1, Villa, F. Panerai 1, R. Ravina 1, A. Fracas, A. Nora 3, N. Figari 2, L. Bittarello, M. Gitto 1, M. Guidi, Valle. All. Del Galdo
SS LAZIO NUOTO: M. Rossa, M. Ferrante, B. Plumpton 1, A. Vitale 2, L. Marini, D. Caponero, V. Paskovic, M. Leporale 1, S. Augusti 1, L. Checchini 1, A. Nenni, Sforza. All. Sebastianutti
Arbitri: Schiavo e L. Bianco
Note: Parziali: 1-2 2-1 4-2 2-1 Spettatori 100 circa. Lazio con 12 a referto. Superiorità numeriche: Quinto 2/6 + 1 rigore, Lazio 2/8 + 1 rigore. Uscito per limite di falli Plumpton (L) nel quarto tempo.

Regge per due tempi la Lazio in casa dell’Iren Genova Quinto. Nella prima partita giocata nella vasca “Marco Paganuzzi” all’interno delle Piscine di Albaro, i biancorossi escono alla distanza e incamerano i tre punti al termine di una partita sempre incerta e in bilico, con gli ospiti che hanno saputo vendere cara la pelle. Parte bene, anzi meglio la Lazio, che come detto nei primi due tempi è spesso in vantaggio e costringe i padroni di casa a inseguire. Lo schema si ribalta nella seconda parte del match, quando sono Bittarello e compagni a prendere il sopravvento.

Sì, in effetti all’inizio loro sono apparsi in palla, noi forse ci siamo fatti un po’ trascinare da una stanchezza forse più mentale che fisica dopo la Coppa Italia – analizza Niccolò Figari – Però abbiamo retto bene l’impatto, l’importante era quello, come era importante vincere per consolidare ancora di più il primato in questo girone. E comunque prendere solo 6 gol significa aver avuto una grande concentrazione in difesa, nonostante la stanchezza“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here