Pallanuoto, Quinto 6-6 con il Catania. Un punto che vale la matematica salvezza

0
171

IREN GENOVA QUINTO-ADR NUOTO CATANIA 6-6
IREN GENOVA QUINTO: P. Pellegrini, N. Gambacciani, A. Di Somma 1, Villa, F. Panerai 1, R. Ravina 1, A. Fracas, A. Nora, N. Figari 1, L. Bittarello, M. Gitto 1, M. Guidi 1, Valle. All. Del galdo
ADR NUOTO CATANIA: E. Caruso, G. Generini, N. Eskert, G. La Rosa 3, A. Tringali, B. Banicevic, G. Torrisi, M. Ferlito, R. Torrisi, A. Privitera 2, E. Russo 1, S. Catania, T. Baggi-necchi. All. Dato
Arbitri: Calabro’ e Ercoli
Note: Parziali: 1-2 3-1 0-1 2-2 Uscito per limite di falli Russo (C) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Iren Genova Quinto 2/10 + un rigore e ADR Nuoto Catania 5/12. Spettatori 120 circa.

Un botta e risposta lungo quattro tempi fra Iren Genova Quinto Nuoto Catania. Al termine di una gara al cardiopalma alla piscina Marco Paganuzzi, nel complesso delle Piscine di Albaro, finisce 6-6, con entrambe le squadre che, proprio nel finale, hanno avuto l’occasione di mettere la freccia e superare in extremis, ma non sono riuscite a concretizzare le occasioni create. Per i biancorossi, però, si tratta di un punto che mette in cassaforte la salvezza.

Una partita molto faticosa, di grande dispendio – commenta il numero 12 Mario Guidi – Spiace aver lasciato per strada questi due punti: in casa, nella nostra piscina, vorremmo vincerle tutte e così non è stato. Quindi ci prendiamo questo punto, ma è più grande l’amarezza per non aver centrato il bottino pieno, che era alla nostra portata. La difesa ha funzionato bene, Pierre Pellegrini ha parato e i meccanismo hanno funzionato. Forse, invece, avremmo dovuto essere più cinici in attacco“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here