Quarto, inaugurato il nuovo polo del municipio all’ex OP

0
69

Sono stati inaugurati oggi pomeriggio i nuovi spazi nei vecchi reparti 4-5-6 dell’ex Ospedale Psichiatrico di Quarto; nel nuovo polo sorgeranno i servizi di anagrafe cimiteriali, lo stato civile, i servizi sociali delle scuole, attualmente situati in piazza Nievo, mentre si sta lavorando per un polo decentrato della Protezione Civile.

A mettere a disposizione gli spazi è stata Arte Genova mentre l’intero complesso dell’ex Manicomio di Quarto è sottoposto a vincolo paesaggistico puntuale dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Genova e la provincia della Spezia, alla quale sono stati chiesti i permessi per l’esecuzione dei lavori.

L’ambito Territoriale Sociale del Municipio IX Levante sarà ubicato al padiglione 4; l’Ufficio cimiteri, Stato Civile, Sala Polivalente Esposizioni e Sala Punto di Ascolto al padiglione 5; l’Anagrafe e Servizi Educativi del Municipio IX Levante al padiglione 6. La superficie del piano terra dei padiglioni 4-5-6 misura 1009,57 metri quadrati a cui vanno aggiunti 1245 metri quadrati di corte esterna e 334 metri quadrati di area esterna adibita a parcheggi.

«Oggi sveliamo i risultati di un programma di rigenerazione urbana fortemente voluto e atteso da molti anni – afferma il sindaco Marco Bucci – La nostra città ritrova una struttura storica abbandonata per troppo tempo che finalmente diventerà un punto di riferimento per i genovesi. Oltre a essere stata potenziata la funzione pubblica, in particolare quella sanitaria, è stata preservata anche la vocazione socioculturale dell’edificio con i suoi vitali spazi associativi. Una grande operazione di riqualificazione, frutto della collaborazione tra Regione, Comune, Municipio e le associazioni. Oggi siamo orgogliosi di restituire questi importanti spazi a tutti i cittadini genovesi».

«L’inaugurazione di oggi – aggiunge il presidente del Municipio IX Levante Federico Bogliolo – è un importante passo verso la totale riqualificazione degli spazi dell’ex Ospedale Psichiatrico. Un percorso già iniziato anni fa dalle associazioni presenti in loco e che oggi trova riscontro in una grande sinergia tra Municipio, Comune e Regione. La soddisfazione più grande è, oltre ad aver riqualificato un’area dismessa, averla resa accessibile a tutti abbattendo ogni tipo di barriera architettonica».

 

«Il complesso dell’ex Ospedale Psichiatrico di Quarto sta assumendo pian piano la veste di una grande area al servizio dei cittadini che vivono in questa parte della città – dichiara il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti – I servizi dell’azienda sanitaria, la Casa della Salute, gli uffici decentrati del Comune e del Municipio sono un modo per dare nuova vita a questi padiglioni, offrire servizi più vicini alla cittadinanza e consentire un impiego utile e razionale del patrimonio pubblico. Per troppo tempo questa parte di territorio è stata lasciata un po’ a sé stessa e degradata: oggi, finalmente, va a recuperare una sua funzionalità e continuerà a farlo ancora di più in futuro grazie al supporto che Arte, la nostra azienda di edilizia pubblica, darà al Comune di Genova, come del resto abbiamo fatto anche in questa occasione».

 

«Dopo anni di abbandono l’ex Ospedale Psichiatrico di Genova Quarto, da contenitore vuoto si sta riempiendo di contenuti e servizi – commenta l’assessore regionale all’Urbanistica Marco Scajola – Oltre all’insediamento del Municipio IX Levante, che sposterà qui stabilmente la sua sede, il padiglione 7 verrà destinato ad ospitare i profughi ucraini. Stiamo lavorando, inoltre, ad un accordo con l’Ospedale Gaslini per dedicare una parte dell’immobile all’ospitalità dei familiari dei degenti. Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto dal momento che il nuovo polo sarà trasformato in un centro di riferimento per il territorio».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here