Quella volta che Vialli coinvolse la squadra in favore del Gaslini

0
159

L’istituto Pediatrico “Giannina Gaslini” ha condiviso sulla propria pagina Facebook un ricordo legato a Gianluca Vialli. Questo il post pubblicato.

Guardate questa foto. Sembra molto antica ma non lo è. Anche se risale al secolo scorso.
È stata fatta a Genova durante il Natale del 1990. Siamo a Bogliasco, sede degli allenamenti della U.C. Sampdoria.
Gianluca Vialli è il funambolo vestito da carrarmato dell’attacco sampdoriano.
Ma è anche uno dagli occhi buoni e guizzanti. E sa mettere insieme le cose rapidamente.
Così chiama i compagni a raccolta. Ha un’idea.
Partono gli sfottò e le risate. La Samp di quei tempi era composta da un perenne gruppo di ragazzi da ultimi posti del pullman in gita scolastica. Se c’era da divertirsi non si tiravano indietro e tanti pensano che Luca voglia organizzare una cena o una festa.
No. Va subito al dunque.
“Siamo la squadra di una città che ha un importante ospedale pediatrico, il Gaslini. Dovremmo fare qualcosa per quei bambini. Anche perché tanti di loro ci guardano e vogliono imitarci”.
I compagni lo ascoltano sempre più curiosi.
“Ho pensato che possiamo farci una foto di squadra. Ma non moderna. Una foto virata a seppia in stile anni venti. Con le maglie in lana. E noi pettinati e vestiti in tono. Poi possiamo mettere in vendita la foto per Natale e devolvere l’intero ricavato al Gaslini.”.
Dall’idea alla sua realizzazione passò pochissimo tempo. Mancini nella foto è quasi irriconoscibile e bisogna guardare attentamente per capire chi è. Gli altri più o meno si individuano.
Gianluca è lì. Riccio, con il pizzetto e gli occhiali tondi. Serio. Dentro di sé però è felicissimo. L’idea è stata vincente. Come la Sampdoria di quell’anno che si aggiudicò lo scudetto. Questo è per noi Gianluca Vialli. Un campione dentro e fuori dal campo. Un uomo generoso.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here