Palio remiero, Nervi Capolungo e Sant’Ilario sempre sul podio

0
294

Via alla prima edizione del Palio remiero di Genova. Primocanale in diretta per raccontare l’intera gara. Organizzato dal Comune di Genova con la collaborazione delle Federazioni Canottaggio sedile fisso e sedile mobile, ha popolato il Porto Antico di coloratissime imbarcazioni: a gareggiare sono infatti i gozzi in vetroresina di 8 rioni genovesi (Voltri, Sestri Ponente, Foce, Boccadasse, Sturla-Vernazzola, Nervi e S.Ilario/Capolungo, Quinto), su ognuno dei quali prenderanno posto quattro vogatori e un timoniere. Ogni equipaggio è formato da tre batterie: juniores, donne, seniores, con la presenza di atleti di livello nazionale e internazionale.

Presente anche il sindaco Marco Bucci di Genova, legato agli sport del mare e che per l’occasione rivela “Non bisogna tifare per nessuno, un po’ come per Genoa e Samp. Io però sono di Nervi”, lasciando intendere una simpatia per l’equipaggio arancione.

LE GARE

Alle 12.10 doveva partire la gara dei seniores: prima lotta tra Boccadasse e Nervi, si sono ribaltati gli equilibri. Ma i giudici di gara hanno femato la partenza poiché tre imbarcazioni sono andati nei remi, per cui è stato necessario ridare il segnale di inizio, secondo l’ordine di arrivo dei podisti. Si riparte alle 12.20. A dominare la gara sono il rione Sturla Vernazzola con i rossoblu della Foce e Quinto. Voltri ha perso il timone e si è incocciata con Boccadasse, mentre Nervi è riuscita a risalire la foce e a fare una rimonta straordinaria portandosi in seconda posizione.  A vincere è ancora una volta Sturla Vernazzola, ma Nervi si guadagna il podio, seguita dalla Foce. 

Alle 11.25 via alla competizione femminile. Vince anche qui Sturla Vernazzola. Secondo posto per Sestri Ponente, seguono Sant’Ilario e Foce. In testa ad aprire la gara la Sturla Vernazzola, ma questa volta è più combattuta: Foce la marca stretta, così come l’equipaggio di Sant’Ilario Capolungo. Al primo giro di boa è la Sturla sempre davanti, mentre c’è un sorpasso per la seconda posizione: davanti il Sant’Ilario, terzi i rossoblu della Foce. Intanto anche Sestri Ponente si allunga in modo pericoloso. Sturla Vernazzola tiene il comando, ma Sestri Ponente incredibilmente recupera proprio prima del secondo giro di boa. Punta a punta, per Sestri Ponente e Sturla Vernazzola. Ad ostacolarle c’è anche un po’ di mare. Sestri continua ad attaccare a pochi metri dai Magazzini del Cotone, ma Sturla è determinata a vincere anche questa battaglia e raggiunge per prima il traguardo.

E’ partita alle 10.45 la prima regata degli juniores.  Vince Sturla Vernazzola, seguita sul podio da Voltri e Sant’Ilario Capolungo. Sotto Foce, Sestri Ponente, Nervi, Boccadasse e chiude Quinto. Una competizione davvero agguerrita che ha visto i giovanissimi sfidarsi a colpi di remi tra i giri di boa. Sturla Vernazzola sempre in testa, tallonata dal Voltri. Sestri Ponente si è fatta sottrarre la sua terza posizione nell’ultimo rush finale, dopo essere stata sorpassata da Sant’Ilario Capolungo e Foce. Boccadasse dalla sua ultima posizione era riuscita a “guadagnare terreno”, ma poi si è aggiudicato il penultimo posto. A chiudere Quinto.

LE IMBARCAZIONI

Dal 1986 le imbarcazioni di rappresentanza sono dei gozzi nazionali di circa 6 metri in vetroresina dal peso di circa 200 Kg., ciascuno del colore del rione corrispondente

• Voltri – Verde

• Sestri Ponente – Bianco/Nero

• Foce – Rosso/Blu

• Boccadasse – Bianco

• Sturla Vernazzola – Blu

• Quinto – Azzurro

• Nervi – Arancio

• Ilario Capolungo – Viola

La manifestazione si concluderà alle 12 con la premiazione e il buffet sulla Nave Blu.

Ma assieme ai vogatori c’erano un migliaio di Babbi Natale, che con i loro costumi rossi e bianchi hanno rallegrato l’atmosfera percorrendo in corteo il centro cittadino. Alle 10.15 dal Belvedere dei Dogi al Porto Antico in corrispondenza della ruota panoramica, è partita la Camminata dei Babbi Natale organizzata dall’associazione My Trekking con il patrocinio del Comune e dall’Ospedale Giannina Gaslini.

Per ogni partecipante saranno infatti devoluti 7 euro a favore del reparto di trapianto di midollo osseo dell’ospedale pediatrico genovese. Il corteo seguirà questo percorso: Magazzini del Cotone, via San Lorenzo, piazza de Ferrari, salita di S. Matteo, piazza San Matteo, via D. Chiossone, vico dei Garibaldi, via Luccoli, piazza Luccoli, vico Superiore del Ferro, piazza del Ferro, via Garibaldi, via Cairoli, via San Siro, via di Fossatello, via al Ponte Calvi, via San Lorenzo, per arrivare in piazza De Ferrari.