In Passeggiata arrivano i bidoni della differenziata a fare “bella mostra”

1
961

Un nostro affezionato lettore ci inoltra la foto che potete vedere.

Immortala una serie di bidoni dell’immondizia – per la raccolta differenziata – esposti in bella mostra in uno dei punti più panoramici ed emozionanti della Passeggiata Anita Garibaldi.

Mettetevi nei panni di un giovane turista europeo, età media 17 anni; armato di cellulare è pronto per un selfie, un autoscatto con lo sfondo della nostra fantastica Nervi.

“Cosa riprende in quella foto? Quindici bidoni della rimonta?”, questo è il quesito che ci è stato rivolto da oltre 12 lettori (queste sono le segnalazioni di questi bidoni arrivate alla redazione).

1 COMMENTO

  1. Quello della “rumenta” in passeggiata a mare (come se non bastassero le bravate dei vandali a deturpare il paesaggio) è un problema antico che io stessa ho sollevato in questa piazza. Vista la “prossimità” dei bidoni a bar e ristoranti è chiaro l’intento degli amministratori di favorire gli esercenti.
    Ma al cittadino, cosa gliene viene? E il turista, potrà mai ritornare? Un disagio del genere, per non far fare qualche passo in più ai baristi che dovrebbero portare la “loro” spazzatura in un angolo più nascosto?
    Forse è bene ricordare ai pubblici amministratori, in procinto di mostrare la faccia agli elettori che li voteranno (o non li voteranno) alle prossime elezioni amministrative, sempre più vicine, che i frequentatori della passeggiata a mare sono principalmente i nerviesi, mentre gli esercenti ruotano in continuazione perché via una gestione si passa immediatamente a un’altra.
    Secondo loro, dunque, chi ha più interesse a mantenere un minimo di decoro in passeggiata? Nerviesi o baristi? Ma soprattutto, chi li voterà in primavera? E i bidoni, ovviamente, potrebbero essere la fatidica goccia che fa traboccare il vaso.
    Ora basta: sembra che a prendere le decisioni in Municipio ci sia il Cappellaio Matto.

LASCIA UN COMMENTO