Piscina Massa, quando la partita si gioca a colpi di post

0
518

Il tema della piscina di Nervi è uno di quelli che, insieme alla pedonalizzazione, ha diviso e spaccato maggiormente in due correnti di pensiero il quartiere.

La parte più romantica la vorrebbe lì, dove è oggi, difendendo la teoria che da sempre la “Mario Massa” è punto di riferimento per il Porticciolo e ricollocarla in altri siti porterebbe soltanto ulteriore cemento e impatto paesaggistico. Sempre secondo questa idea sarebbe inutile una vasca da 33 metri perché i 25 sarebbero abbastanza per il fitness e il business dal punto di vista dell’attività sportiva e fisica. L’altra corrente di pensiero, invece, ha in mente una piscina di Nervi moderna e votata al marketing sportivo. Lo stesso sindaco di Genova Marco Bucci ha più volte espresso l’idea di creare un impianto in grado di ospitare la grande pallanuoto, quella internazionale, insieme agli eventi dell’acqua più quotati. Insieme a questo parcheggi per gli spettatori e con il fine di creare commercio e indotto per il quartiere.

Punto e nodo cruciale la riqualificazione del Porticciolo, per andare a riportarlo alla sua vocazione più turistica. Ed è proprio la foto di un intervento di carotaggio, effettuato per le primi indagini del cantiere in virtù della riqualificazione della baia, a scatenare la bagarre social combattuta a suon di post.

Il primo – al quale sono arrivati tanti commenti a favore e contro – porta la firma di Matteo Ciappina, colui che ha dato vita al SaveNerviPoolChallenge e alla raccolta firme per mantenere la Mario Massa dove è oggi. Il secondo è quello del vice presidente del municipio Levante Federico Bogliolo che – tirato in ballo dallo stesso Ciappina con un tag nel post accusandolo di non difendere la vasca – ha chiarito il proprio pensiero e il proprio punto di vista.

Questo, di seguito, il botta e risposta.

“Carissimo Gabbiano Federico Bogliolo. Io ho aspettato, e aspettato. Mi hai detto che stavi lavorando per noi dall’interno. Mi hai detto un sacco di cose che non sto qui a dire per ancora una volta difenderti. Ma mi viene un dubbio… Hai ancora il cuore da atleta o si è già trasformato in quello di un Politico?
Perché tutto quello che mi hai promesso e detto non sta succedendo? Perché non sei il primo anche se non vuole più la Mario Massa (e la sola cosa mi fa pensare) a pretendere un progetto alternativo? Potrei scrivere ore e ore ma inizia a rispondere a questa domanda e fallo qui, su questo sito. Prendendoti per una volta le tue responsabilità. Dove è il progetto alternativo per una piscina a Nervi? Ce lo farete vedere prima di buttare giù la Nostra (evidentemente non Tua) Piscina? Grazie mille”.

“Nessuno sta iniziando i lavori di demolizione della piscina all’insaputa di nessuno. Il carotaggio effettuato in questi giorni è funzionale all’elaborazione del progetto del porticciolo che, ovviamente, non comprende solo lo spazio della piscina. Sono rimasto anche io colpito dalla notizia (non ne sapevo nulla) ma, informandomi, sono venuto a conoscenza di quanto appena scritto. Per quel che riguarda la piscina di Nervi, invece, a prescindere da quello che quotidianamente viene detto e mi viene scritto – non sempre in maniera rispettosa ed educata – tengo a precisare che nessuno, penso, possa mettere in dubbio il mio legame e il mio attaccamento a quell’impianto. Sono nato in quella piscina e, lì, ho passato i momenti più belli ed emozionanti della mia vita. E non voglio spendere ulteriori parole perché sarebbe inutile. Ho già detto più volte come la penso. A oggi l’amministrazione ha fatto elaborare altri progetti per realizzare una piscina a Nervi in altre aree. Si tratta di progetti che, appena verranno presentati, verranno da noi (me in primis) valutati. Valuteremo i pro e i contro e, soprattutto, cercheremo di capirne la fattibilità, anche in termini temporali. Il nostro Sindaco, nonostante la carica da commissario del Morandi, sta spendendo energie, tempo e denaro su Nervi; proprio per il legame che lo lega a questo territorio. Condivido la sua scelta di realizzare un impianto a norma, con dei parcheggi e accessibile a tutti. Vedremo, non appena avremo il progetto, se si può fare. Per il momento, sul porticciolo di Nervi ci sono 2.700.000 euro per la realizzazione del pennello di protezione e 800.000 euro per l’adeguamento del tratto finale del torrente Nervi. Ma chi aveva mai avuto così tanta attenzione per il Levante genovese negli ultimi 27 anni? E soprattutto, la piscina ha chiuso i primi di Maggio del 2012. Perché chi oggi chiede la piscina a gran voce al porticciolo e fino a ieri aveva potere decisionale, fino al dicembre 2016 non ha fatto nulla, e dico nulla di concreto? Forse, oggi, non ci troveremmo in questa situazione se qualcuno, da subito, si fosse mosso e avesse lavorato per realizzare un impianto a norma al porticciolo di Nervi. Probabilmente, la parte politica di un tempo era già consapevole che, al porticciolo, una piscina a norma non poteva essere realizzata (e chi è del mestiere sa a cosa mi riferisco quando dico a norma). La bozza progettuale, redatta in fretta e furia a pochi giorni dal referendum Renziano, aveva tutte le autorizzazioni del caso? Paesaggio, sovrintendenza, urbanistica… etc? E soprattutto, una piscina da 25 metri, quindi con limitata capacità pallanuotistica, sarebbe stata sostenibile in termini economici? Ci sarebbe stata la stessa utenza di una piscina a 33 metri? Probabilmente si, probabilmente no. Nel frattempo vediamo cosa ci verrà proposto e, tutti insieme, in maniera molto educata, esprimiamoci. Ma che mai, e dico mai, venga messa in discussione l’attenzione che il nostro Sindaco e tutta l’amministrazione ha per il Levante genovese e per Nervi”.

Michele Raffaelli, all’opposizione in municipio IX, non resta alla finestra e accogliendo i pensieri dello stesso Ciappina – con il quale i commenti e i complimenti si susseguono uno dietro l’altro – scrive sul proprio profilo facebook.

“Se non ci fosse da piangere, sarebbe da ridere.
La questione piscina al Porticciolo ha la capacità in qualcuno di deformare la realtà delle cose. Sintetico e spero chiaro: chi ha avuto il governo del Municipio Levante da quando esiste con i confini attuali? 5 anni Alba Viani Centro Destra – 5 anni Giovanni Calisi Centro Sinistra – 5 anni Francesco Carleo Centro Destra – 5 anni Nerio Farinelli Centro Sinistra – 17 mesi Francesco Carleo Centro Destra. 12,5 anni il CDX – 10 anni il CSX. La piscina ha chiuso durante il mandato Carleo1. Fino a Dicembre 2016 non è stato fatto nulla? Estate 2013 riapertura estiva della piscina. Avvio del gruppo di lavoro del Porticciolo. Progettazione da parte del Comune per adeguamento ai disabili in risposta a Bando riassegnazione fondi non utilizzati dalle Regioni. Bando annullato per ricorso da parte di una Regione (se non sbaglio il Friuli Venezia Giulia). Estate 2014 riapertura estiva della piscina. Avvio manifestazione per assegnare progettazione preliminare ristrutturazione piscina. Assegnazione al Prof. Mazzarri. Ottobre 2014 approvazione Giunta Comunale progetto preliminare.
Gennaio 2015 proteste per l’impatto eccessivo del progetto.
Istituzione di un Gruppo Tecnico di lavoro con FIN, Associazioni, Architetti volontari, Tecnici Comunali Urbanistica e Ufficio Progettazione, Consiglieri Municipali, Rappresentanti Ufficio Sport Comunale, cittadini.
2016 intervento per realizzare nuovo progetto da parte della FIN.
La giunta comunale dopo mesi di silenzio, su richiesta del Municipio da l’incarico di preparare “in house” il nuovo preliminare sulla base delle linee guida emerse dal Gruppo Tecnico e vagliate dal Gruppo tematico del Porticciolo.
Si presenta il progetto e si chiede di inserirlo nei finanziamenti del GOVERNO attraverso il patto per la città. Si ottengono i 2.500.000 euro necessari per ristrutturare ed adeguare la Piscina Mario Massa. Sarebbe stata sostenibile la piscina così come proposta nel progetto?
La prima cosa che abbiamo fatto è il business Plan, avvalendoci di chi oggi gestisce piscine, di chi le costruisce e di esperti di bilanci economici. La risposta è sì. Paesaggio e sovraintendenza come si erano espressi? La seconda cosa fatta è stata quella di chiedere proprio a questi uffici, soprattutto perché qualcuno aveva messo in dubbio la liceità della piscina stessa configurata come abuso.
Non prevedendo volumi aggiuntivi, anzi togliendo calcestruzzo, ristrutturandola e non creandone una ex novo, essendo risultata regolare anche in questo caso la risposta è SI ABBIAMO SENTITO GLI UFFICI COMPETENTI E NON HANNO ECCEPITO CONTRARIETÀ AL TIPO DI INTERVENTO PROPOSTO. Per il momento sul Porticciolo e sul Rio Nervi ci sono 2.700.000 euro e 800.000. Mai sono stati stanziati così tanti soldi a Nervi. 
Aggiungo, Grazie, Graziella e… 2.500.000 su 2.700.000 sono quelli lasciati dal CENTROSINISTRA per RISTRUTTURARE LA PISCINA, NON PER DEMOLIRLA. Gli altri sono per il progetto storico della foce del Rio Nervi. Bene, benissimo.
3500000 (fondi CSX+CDX) sta 2500000 (fondi CSX) ovvero 71% parte fondi CSX e 29% fondi CDX. E con questo non voglio assolutamente dire che il Sindaco trascuri il Municipio di Nervi, anzi sono certo della buona fede e del suo impegno che ho elogiato più volte pubblicamente. Solamente chiedo prima di rinunciare alla Mario Massa, di avere qualcosa di concreto sulla nuova piscina, sul dove, sul quando e sul con quali soldi. Chiedo un confronto sereno con le tante persone che ci tengono al “tempio” della pallanuoto.
Ed infine mi piace ricordare che ci sono persone che hanno fatto parte, con lo stesso identico ruolo oggi ricoperto, tanto nel Consiglio Comunale di Centro Sinistra quanto in quella di Centro Destra e in Municipio qualcuno era componente della maggioranza di Centro Sinistra fino al 2017 e oggi è nella maggioranza di Centro Destra. Ricambio l’affetto e la volontà di avere un confronto sereno, pacato ed educato”.