Porticciolo, emergenza alghe

0
217

C’era una volta la spiaggetta del Porticciolo di Nervi. Un arenile, per quanto piccolo, dove era possibile prendere il sole. Oggi quel piccolo lido è completamente ricoperto da posidonia, la pianta volgarmente e impropriamente denominata “alga”.

CAUSE: Le correnti marine, le mareggiate, venti e la mancanza delle attività di manutenzione necessarie per evitare il degrado.

EFFETTI: La spiaggetta è inaccessibile e impraticabile. Negli scorsi mesi le alghe hanno raggiunto in alcuni tratti circa un metro di spessore, ma tutto il litorale ne è invaso.

APPALTO: Sarebbe opportuna una loro pronta rimozione. Ma non è così semplice. L’ente competente, l’AMIU (Azienda Municipalizzata Igiene Urbana), ha indetto a tal fine una proceduta di gara per l’affidamento del servizio di ritiro dei rifiuti accantonati sulla spiaggia, comprese le alghe. Appalto che però è andato deserto.

URGENZA: Le alghe restano lì. La bella stagione è alle porte. E non appena la temperatura tornerà a salire, le alghe depositate sulla battiga inizieranno a marcire con conseguenze igienico ambientali evidenti. Non c’è tempo da perdere. E’ assolutamente necessaria un’operazione di pulizia della spiaggia. Per fortuna ultimamente il livello è sceso. Il mare sta già apportando il suo contributo.


LASCIA UN COMMENTO