Porticciolo, preoccupazione tra i Cinque Stelle

0
556

Il MoVimento 5 Stelle Liguria e il MoVimento 5 Stelle Genova si dicono preoccupati in merito al futuro del Porticciolo. Di seguito la nota stampa

Condividiamo tutte le preoccupazioni delle associazioni ambientaliste, sportive e dei comitati che in questo milionario progetto vedono nascondersi, nemmeno troppo velatamente, lo spettro di una nuova colata di cemento, sostitutiva della precedente e dal forte impatto paesaggistico, in contrasto alle linee storiche del borgo”, affermano i consiglieri del MoVimento 5 Stelle, il regionale Marco De Ferrari e la comunale Maria Tini.

il concreto rischio di soffocare per sempre la naturale insenatura nerviese tra acque perennemente eutrofiche e ristagnanti imprigionate da nuovi moli, che potrebbero enfatizzare ulteriormente l’energia sprigionata dalle sempre più potenti mareggiate sia all’interno sia all’esterno del nuovo porticciolo”,spiega De Ferrari.

“Per questo motivo, prima che si arrivi al solito punto di non ritorno, parallelamente alle doverose assemblee pubbliche, serve avviare ulteriori tavoli tecnici e commissioni istituzionali tra Municipio e Comune, per far sì che l’opera di riqualificazione sia davvero a impatto zero ein linea alla storia millenaria di Nervi e al suo naturale sviluppo turistico e sportivo”, prosegue Tini.

la meravigliosa ottocentesca passeggiata Anita Garibaldi che, a distanza di oltre un mese dalla grave mareggiata di fine ottobre, è ancora interrotta da un’importante voragine, sulla quale pesa, ora più che mai, l’inerzia e la lentezza di un Municipio quasi del tutto assente e disattento”, continuano i consiglieri pentastellati.

“Dopo aver promesso più volte, ad esempio, una passerella pedonale a perizie accertate, a oggi il Municipio non ha ancora installato il benché minimo passaggio pedonale transitorio, utile al superamento dei 2 metri crollati e riconnettere direttamente la zona del porticciolo a tutti i bar, ristoranti e piccoli esercenti che si trovano sul lato levante della passeggiata; un Municipio che neppure è stato in grado di apporre una cartellonistica adeguata che informi chiunque imbocchi la passeggiata, partendo dal porticciolo, in quale punto si trova l’interruzione e quale percorso alternativo cittadini e turisti devono effettuare”,aggiunge Tini in riferimento al sopralluogo effettuato con i consiglieri municipali del M5S Antonello Sciacca e Gilberto Repetto lo scorso 9 dicembre, che saranno presenti all’incontro di questa sera.

“Insomma, dopo il cataclisma del post Euroflora,con i prati dei parchi per la maggior parte glabri per calpestio e tristemente cintati ancora 100 giorni dopo la chiusura dell’evento, non possiamo che essere diffidenti del Municipio, del Comune e della cabina di regia della Regione”, aggiunge De Ferrari.

“Come MoVimento 5 Stelle continueremo a stare col fiato sul collo di Bucci e Toti, monitorando ogni passo di questo dispendioso progetto su Nervi. Un progetto che deve nascere dalla cittadinanza ed essere per la cittadinanza. Ricordandoci che tutto quello che costruiamo oggi, lo lasciamo anche in eredità alle future generazioni. E deve essere la soluzione migliore possibile per sostenibilità”, concludono i consiglieri.

 


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.ilnerviese.it/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 326