Presto un semaforo all’incrocio di Capolungo

1
613

Uno degli incroci più pericolosi e senza dubbio meno amati dagli automobilisti.
Quello di via Donato Somma, a pochi metri dal confine tra il comune di Genova e quello di Bogliasco, sta per vivere un radicale e significativo cambiamento.
A pochi metri da quello che per lungo tempo è stato il Pime verrà installato un semaforo.
A richiedere l’intervento di messa in sicurezza del pericoloso incrocio – dove la visibilità è scarsa e spesso si creano ingorghi interminabili, senza considerare gli incidenti – è stato il Municipio IX Levante.
I responsabili della circoscrizione vorrebbero posizionare un sistema di controllo del traffico “intelligente” che riconosce il metallo delle auto grazie a sensori di campo magnetico cuce diventano verdi al passaggio delle auto.
Ma se in tanti esultano all’idea di ottenere, dopo tanti anni, un dispositivo di sicurezza del genere; c’è anche chi proprio non si capacita.
“Ma avete idea di cosa significherebbe? – esclama Nino Leotti, pensionato di 73 anni – code infinite in Aurelia e vetture bloccate per tutta Capolungo. Per non parlare poi delle giornate estive in cui i rientri congestionano tutto il traffico. Qui stiamo impazzendo do tutti”.
Per i pedoni, tuttavia, il momento è topico: “Finalmente un semaforo – spiega Gianna Sosti, casalinga di 56 anni – nessuno si ferma davanti alle strisce per lasciare passare chi deve attraversare. Tante volte si è rischiato grosso. In questo modo le cose andranno sicuramente meglio”.

1 COMMENTO

  1. Finalmente!!!! Anni che ci chiedevamo, incidente dopo incidente…, perché nessuno se ne occupasse!!!
    Una decisione indispensabile ed urgente.
    Bravi!!!

LASCIA UN COMMENTO