Sabato 4 Febbraio: Note d’arte con il concerto di Lucia Zanoni

0
340

Sabato 4 febbraio 2017 h. 16.30
presso MUSEI DI NERVI – Galleria d’Arte Moderna

Simbolismi e Belle Epoque (I)

Parole d’arte – a cura di Maria Flora Giubilei
Letture di opere di Pompeo Mariani (1857-1927) e di Plinio Nomellini (1866-1943)

Concerto (I)
Lucia Zanoni, violino
musiche di J.S.Bach e E.Ysaÿe
in collaborazione con gli Amici della Galleria d’Arte Moderna di Milano

Note d’arte è un programma di intrattenimento musicale con letture di opere legate alle collezioni artistiche di alcuni Musei di Nervi. Nato nel 2000, con molte stagioni di concerti aperte al pubblico fino al 2007, Note d’arte ritorna dopo dieci anni per restituire al pubblico la felice commistione di arte e musica con vari arricchimenti.

Musica, arte e natura – quella dei Parchi di Nervi, profondamente offesi dalla tromba d’aria del 14 ottobre 2016 – si fondono, senza soluzione di continuità per proporre al pubblico, in collaborazione anche con l’Associazione Amici della Galleria d’Arte Moderna di Milano che a Nervi porta i concerti del museo milanese, il virtuosismo di musicisti affermati, di giovani emergenti e di bambini nella suggestiva atmosfera di splendide sale espositive.

Sabato 4 Febbraio si terrà il concerto di Lucia Zanoni, nata nel 1994, diplomata con Daniele Gay al Conservatorio “G. Verdi” di Milano con il massimo dei voti, si perfeziona con Salvatore Accardo presso l’Accademia Stauffer di Cremona e alla Chigiana di Siena e con Yulia Berinskaja, Ilya Grubert e Francesco Manara. E’ vincitrice delle borse di studio “Umberto Micheli” presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano e “Fatima Terzo Bernardi” nell’ambito del “Progetto Orchestra” tenuto da Leon Spierer.

Premiata in concorsi nazionali e internazionali tra i quali “Valsesia –Monterosa Kaway Junores”, Nuovi Orizzonti di Arezzo, Città di Riccione e “Marco Agrati” Rho. Nel 2014 vince il Premio “Francesco Geminiani” a Verona. E’ inoltre vincitrice del premio “Arnaldo Rancati” e del Primo premio assoluto al concorso internazionale “Premio Contea”, entrambe dedicati alla musica da camera e vinti con il Quintetto Meneghino.

foto Lucia ZanoniSi esibisce sia come solista che in formazioni da camera. Ampia anche la sua attività in ambito orchestrale: ha collaborato con le Orchestre Arena di Verona, Teatro San Carlo di Napoli, Sinfonica Nazionale della Rai di Torino, avendo ottenuto l’idoneità al concorso del 2014, e Sinfonica del Teatro Lirico di Magenta. Ha fatto parte dell’Orchestra dell’Accademia del Teatro alla Scala con la quale ha partecipato a vari concerti in Italia e all’estero anche in qualità di primo violino di spalla.

Nell’aprile 2015 vince il concorso per violino di fila presso l’Orchestra del Teatro alla Scala dove tuttora ne ricopre il ruolo.

LASCIA UN COMMENTO