SETTIMANA AMMINISTRATIVA: per Nervi le idee dei candidati al Consiglio Municipale

0
417

Anna Banchero – Partito Democratico –  contatto anna.banchero@gmail.com

Chi sei? Sono una studiosa delle politiche sociali e della salute. Dopo una Laurea In Sociologia ed una in Pedagogia, sono entrata nella Regione Liguria dove ho lavorato dal 1973 al 2010, per occuparmi poi fino alla fine del 2015, del Coordinamento di tutte le regioni per le politiche sociali e sociosanitarie. Contemporaneamente ho insegnato, e lo faccio tutt’ora,  presso l’Università di Genova, Facoltà di Giurisprudenza. Ancora oggi sono spesso chiamata dal Ministero del lavoro e della Salute per le mie competenze sullo sviluppo dei servizi nelle regioni. Dal 2004 vivo a Nervi con la mia cagnolina Beagle che si chiama Peggy.

Perché ti candidi? Mi sono resa conto che è necessario impegnarsi di più per la mia  zona, per questa terra bellissima! Ci sono tante risorse, anche in tema di solidarietà sociale, che agiscono sulle emergenze. E’ necessario che tutte le risorse positive, sia nell’ambito dell’offerta commerciale che su quello dei servizi, siano collegate e si impegnino insieme, su obiettivi a medio lungo termine, piuttosto che  rincorrere le emergenze. Mi piacerebbe predisporre una piccola Guida dei servizi socio-sanitari locali.

Quali sono le priorità per Nervi? Nervi ha bisogno di migliorare la sua immagine e la sua accoglienza, com’era un po’di anni fa in cui i suoi parchi erano conosciuti nel mondo. Nervi è una signora elegante ma che oggi presenta aspetti decadenti: negozi chiusi, attività di lavoro cessate, offerte sportive e culturali in difficoltà. La popolazione che invecchia, persone che vivono sole e spesso con scarse risorse economiche. La solitudine è il problema più grosso dell’invecchiamento.

Che cosa puoi fare tu per Nervi? Invecchiare e invecchiare bene è un regalo di Dio, non deve essere sciupato né tanto meno negato! Ho in mente poche cose, ma concrete:

  • Rete delle associazioni per sostenere l’invecchiamento attivo: meglio prevenire che curare! Utilizzare le abilità professionali anche per chi oggi è in pensione, per una rete di aiuto e solidarietà per piccole cose;
  • Progetto “adottare un nonno”, per non lasciare sole le persone che non possono più muoversi da casa e da parte dei ragazzi favorire incontri, in grado di rispondere ai bisogni di tutti i giorni (spesa dal latte alla pasta…un po’ di frutta…anche gli esercizi commerciali possono entrare in questa rete insieme alle associazioni. Non sono necessarie molte risorse finanziarie, l’importante è aggregare persone e forze su un programma, se n’è parlato anche in Parrocchia a San Siro;
  • migliorare i giochi ed i punti di aggregazione per i bambini

Non so se sarò eletta, forse non sono molto conosciuta, ma ho una grande forza di volontà e se entrerò nel Municipio non sarò silenziosa! Un piccolo risultato, con l’aiuto degli abitanti, l’ho ottenuto già oggi…il Comune provvederà a riasfaltare Via Colle degli Ulivi, oggi mal ridotta!!!

Come immagini Nervi tra 5 anni? Ho visto il programma predisposto dal PD per il Levante, una parte è entrata anche nel Patto con il Governo, quindi ci sono anche dei finanziamenti da valorizzare. Il Municipio ha un forte impulso di rinnovamento: nella zona di Via del Commercio sarà creato un piccolo Palasport, la Piscina sarà ripristinata, Nervi dovrà tornare tra le eccellenze del turismo ligure che oggi parla soprattutto di Portofino o Cinque Terre. In questo senso sarà necessario migliorare i sentieri e pubblicizzare anche la parte montana! Bisogna pensare anche a Sant’Ilario, alla sua viabilità per coloro che hanno problemi di mobilità, senza citare quando c’è bisogno di mezzi di soccorso. Bisogna rivedere anche le strutture ricettive, soprattutto per le generazioni più giovani che sono abituate ad un turismo più dinamico. Immagino Nervi tra 5 anni come un bellissimo angolo di Liguria, che fa vivere meglio chi vi abita e attira turismo dall’esterno!

LASCIA UN COMMENTO