SETTIMANA AMMINISTRATIVA: per Nervi le idee dei candidati al Consiglio Municipale

0
544

Antonio Ciaccio, titolare Ristorante Manuè e socio CIV Nervi2005 – Forza Italia

Chi sei? Sono un imprenditore nel campo della ristorazione, quarant’anni, da venti vivo e investo a Nervi. Sono sposato, una laurea in Giurisprudenza e una tesi in diritto del lavoro, con un’esperienza alle spalle come mediatore civile e commerciale, oltre che come scrittore.

Perché ti candidi? Rispondo con una citazione: “non vivere su questa terra come un inquilino… ma immerso, sempre, dalle radici alle fronde”.  Fare politica è impegno, cultura, intelligenza e passione, dedizione e ricerca.

Quali sono le priorità per Nervi? La priorità per Nervi è il rilancio del turismo, perché questo implica una migliore qualità della vita per i residenti, e migliori condizioni economiche e lavorative per esercenti e imprenditori. I punti da toccare sarebbero poi molti altri, dal degrado urbano e ambientale, alla sicurezza, dalle aree di sosta ai trasporti, dall’assenza di iniziative culturali e sportive, alla riqualificazione del porticciolo, ai Parchi e alla Passeggiata. Sarebbe un discorso molto lungo. Diciamo che i problemi di fondo sono la staticità delle passate amministrazioni,  e l’incapacità di proporsi al meglio delle proprie potenzialità che vanifica le risorse innate del territorio.

Che cosa puoi fare tu per Nervi? Al di là del fatto che io ne faccia parte o meno, posso dire quello che secondo me dovrebbe fare la prossima amministrazione, ovvero avere un approccio più manageriale, pratico e dinamico, fare in modo che le risorse di Nervi producano profitto e finanzino ulteriori iniziative, oltre a fare in modo che il Comune non investa più altrove come ha fatto negli ultimi decenni, ma qui. Dovrebbe allentare i freni burocratici legati ai troppi interlocutori che il Municipio ha, quali associazioni, Aster, Amiu, gestori di utenze, il Comune stesso, e impattare alle volte più drasticamente situazioni che hanno bisogno di una scossa.

Come immagini Nervi tra 5 anni? La immagino soprattutto differente nella mentalità, una mentalità moderna ed internazionale, dinamica e concreta, sia da parte dei residenti che di chi amministra il territorio. Lo immagino capace di rilanciare la propria immagine e di proporla al meglio, di trasmettere a visitatori e abitanti la netta sensazione di essere quel luogo meraviglioso che può e deve essere.

LASCIA UN COMMENTO