“Siamo tutti genovesi. Felici di essere di qui”

1
1485

“Da un po’ di tempo ci sentiamo tutti genovesi, tutti liguri. Sono davvero felice di essere tornata a Genova e di essere tornata in un momento così importante. La musica ha il potere di unire, unire tutti”.

È una dichiarazione d’amore, a tutti gli effetti, quella che Giorgia regala a Genova, alla Liguria e a Nervi.

lo spettacolo, neanche a dirsi, è sold out e le note dai Parchi risuona fino a Sant’Ilario e per tutto il quartiere che si colora di luci, di passione. Gli spettatori applaudono e cantano sulle parole di Giorgia che con la sua voce incanta e ammalia chi ha la fortuna di ascoltarla.

Sono 3200 le persone che hanno deciso di non mancare al primo appuntamento con il Festival Internazionale di Nervi.

A termine di ogni brano il coro “Giorgia, Giorgia” del pubblico si fa forte e la cantante romana no lesina saluti. Il pubblico salta, balla e canta: prima intona tutte le canzoni di Giorgia per poi scatenarsi sulle note del batterista della band e disk jockey Mylious Johnson.

Quindi il momento di “E poi” e “Come saprei”. Il preciso momento in cui tutta Nervi canta insieme a Giorgia che si commuove, piange e rompe la tensione tirando fuori tutta la sua istrionica romanità. Ancora “Girasole”, tributo a Whitney Houston e poi via verso gli ultimi successi partendo da “Di Sole e d’Azzurro”.

1 COMMENTO

  1. Ho visto con interesse la performance degli artisti del TOKIO BALLET.
    Doverosamente bisogna ammettere che dal primo settore di questo palco decisamente improvvisato non si è visto nulla o poco dello spettacolo! Tutti si sono lamentati non perché genovesi mugugnoni
    Come siamo noi ma per evidente incapacità di chi ha messo su il palco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here