Home Sport Pallanuoto, all’Iren Quinto non riesce il colpo: il Telimar si impone alla “Paganuzzi”

Pallanuoto, all’Iren Quinto non riesce il colpo: il Telimar si impone alla “Paganuzzi”

0
Pallanuoto, all’Iren Quinto non riesce il colpo: il Telimar si impone alla “Paganuzzi”

IREN GENOVA QUINTO-TELIMAR 9-16
IREN GENOVA QUINTO: F. Massaro, N. Gambacciani 2, A. Di Somma, Villa, G. Molina Rios 3, R. Ravina 1, A. Massa, A. Nora 2, N. Figari 1, P. Mijuskovic, M. Gitto, J. Gambacciani, Valle. All. Bittarello
TELIMAR: E. Jurisic, M. Del Basso 1, A. Vitale, F. Di Patti, A. Giorgetti 5, J. Hooper 2, A. Giliberti 1, A. Pericas Eixarch 1, F. Lo Cascio 1, D. Occhione 2, R. Lo Dico 2, M. Irving 1, D. Washburn. All. Baldineti
Arbitri: Colombo e Petronilli
Note: Parziali: 2-4 1-4 3-5 3-3 Usciti per limite di falli Di Somma (Q) e Pericas (T) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Quinto 2/9 + un risultato e Telimar 7/12 + un rigore. Hooper (T) fallisce un rigore (esecuzione irregolare) nel quarto tempo.

All’Iren Genova Quinto non riesce la replica della vittoria in Coppa Italia: alla “Marco Paganuzzi” di Albaro, nella ventesima giornata del campionato di serie A1, il Telimar Palermo riesce ad imporsi con un netto 16-9, dopo aver messo in sicurezza la partita già al termine dei primi due tempi.

Ne venivamo da due settimane di lavoro importanti – commenta il tecnico Luca Bittarelloe non eravamo al top della condizione, con molto stress da gestire. Questo si è visto, avendo avuto di fronte peraltro una squadra attrezzata che lotta per le prime quattro posizioni della classifica. Noi comunque avremmo dovuto reagire meglio, specialmente nella fase iniziale della partita, limitando l’intensità dei nostri avversari. E invece non lo abbiamo fatto e la gara ci è scivolata ben presto dalle mani. Salvo l’inserimento positivo di qualche giovane nella parte finale, ma prendere 16 gol fa male, soprattutto in casa dove il nostro primo obiettivo deve essere quello di tenere il punteggio basso. Speriamo che questo ci serva da lezione e ci renda più affamati in vista delle prossime sfide“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here