Pallanuoto, il derby tra Quinto e Bogliasco è biancorosso

0
33

IREN GENOVA QUINTO-NETAFIM BOGLIASCO 1951 12-9
IREN GENOVA QUINTO: F. Massaro, N. Gambacciani 1, A. Di Somma 2, Villa, G. Molina Rios 2, R. Ravina 5, A. Fracas, A. Nora 1, N. Figari, P. Mijuskovic 1, M. Gitto, J. Gambacciani, Valle. All. Bittarello
NETAFIM BOGLIASCO 1951: E. Prian, A. Bottaro, D. Broggi Mazzetti, F. Gavazzi, J. Blanchard, M. Vavassori, N. Mudrazija 3, F. Brambilla Di Civesio 1, G. Boero 2, F. Radojevic 2, D. Puccio, A. Canepa 1, A. Di Donna. All. Magalotti
Arbitri: Brasiliano e Castagnola
Note: Parziali: 4-4 3-2 3-1 2-2. Usciti per limite di falli N. Gambacciani (Q) e Fracas (Q) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Quinto 3/6 e Bogliasco 6/11 + 3 rigori. Gavazzi (B) fallisce un rigore (alto) nel terzo tempo. Spettatori 700 circa

Al cospetto di una piscina “Marco Paganuzzi” gremita, colorata e rumorosa, l’Iren Genova Quinto fa suo il derby ligure contro il Netafim Bogliasco, vincendo 12-9 e conseguendo la seconda vittoria consecutiva che porta a quota 9 punti il bottino in classifica. Non è stata certo una passeggiata con la squadra di Daniele Magalotti, che soprattutto nella prima parte di partita si è rivelata avversario arcigno, in grado di andare più volte in vantaggio e poi di tenersi in scia. Poi il break dei biancorossi, che hanno allungato il punteggio mettendo in cassaforte il risultato con il decisivo apporto di Roberto Ravina, autore di cinque centri nei momenti topici del match.

Una bella giornata per il nostro movimento e per uno sport che si conferma adatto e godibile dalle famiglie, con un tifo vivace ma corretto – commenta il presidente dell’Iren Genova Quinto Giorgio GiorgiNel mio ruolo poi non posso che essere felice di aver visto circa 120 ragazzi del nostro settore giovanile in tribuna a tifare per la prima squadra, con la speranza – e il mio augurio – di giocarci in un prossimo futuro. E poi, chiaramente, la soddisfazione per il risultato finale, una vittoria meritata dei ragazzi che ogni settimana lavorano con grande professionalità“.

Psicologicamente è stata una partita difficile da preparare – aggiunge il tecnico Luca BittarelloInconsciamente l’ampio successo della Coppa Italia avrebbe potuto farci rilassare, ma sapevo e sapevamo che non sarebbe stata facile, lo si è visto soprattutto nella prima parte. Detto questo, stasera festeggiamo questi tre punti in casa, i primi della stagione, e da domani testa al Palermo“.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Niccolò Figari: “Ci può stare un po’ di tensione in gare come queste, soprattutto all’inizio, quando in palio ci sono non solo i tre punti ma anche qualcosa di più. Eravamo conosci delle difficoltà che avremmo incontrato, siamo riuscite a superarle mettendo fieno importante in cascina“.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here